“Faccetta nera” insegnata alla primaria. I genitori protestano: “Canzone ignobile”. La scuola: “Un progetto apolitico”

WhatsApp
Telegram

Un progetto presentato da due insegnanti di una scuola primaria a Cremona ha suscitato molte proteste da parte dei genitori che propongono lo studio di canzoni come “Bella ciao” e “Faccetta nera” per gli alunni.

Il progetto, si legge su La Repubblica, prevede “un approccio apolitico, secondo una prospettiva didattica esclusivamente storica“. Prospettiva che non piace ai genitori, almeno per quanto riguarda la canzone “Faccetta nera”.

Una canzone ignobile che non andrebbe insegnata a bambini delle elementari. La storia non può essere spiegata con ‘Faccetta nera’“, dichiarano i rappresentanti dei genitori dopo che il progetto è stato presentato durante una riunione.

C’è anche un breve commento da parte della dirigente dell’istituto comprensivo: “non si tratta di un progetto ufficiale perché non è inserito nel piano dell’offerta formativa“.

Ma le polemiche non si placano.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri