Fa causa all’Università perchè non trova lavoro come avvocato

WhatsApp
Telegram

Non trova lavoro come avvocato e fa causa all’Università dove ha studiato: è la storia di un’ex studentessa laureatasi nel 2008.

Sono tanti i laureati in giurisprudenza che non trovano lavoro come avvocato, ma una in particolare p diventata famosa per aver fatto casua alla propria Università per non aver ancora trovato lavoro.

Si tratta di una ex studentessa universitaria americana, che pur conseguendo il titolo di studio con uno dei voti più alti, nonostante le aspettative, non è riuscita a trovare lavoro come avvocato.



La giovane, laureatasi nel 2008  alla Thomas Jefferson School of Law di San DIego in California spendendo 170mila dollari in rette, per far fronte a tali spese ha acceso un prestito in banca. Dopo la laurea, però, ha trovato soltanto qualche lavoretto part time con mansioni non adatte alla propria laurea: poche soddisfazioni professionali, quindi, e pochi riconoscimenti economici. Proprio per questo la donna ha deciso di fare causa all’Università accusandola di non aver detto il vero sulle statistiche che vedevano l’impiego dei laureati. L’accusa nei confronti dell’Università è quella di aver mostrato dati che affermavano la facilità di trovare lavoro dopo la laurea per attirare un maggior numero di iscritti. Quella della studentessa non è la prima causa verso l’Università in cui si è conseguita la laurea, ma è la prima per la quale la causa non è stata respinta subito essendo ammessa all’inizio di un processo.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur