F.35. Acquisto si, ma solo con il consenso del Parlamento. Sottosegretario: “sarà impresa industriale”

di redazione
ipsef

Approvata alla Camera mozione moderata. Bocciati SEL, M5S e PD dissidente che proponevano il blocco o la sospensione dell’acquisto

Approvata alla Camera mozione moderata. Bocciati SEL, M5S e PD dissidente che proponevano il blocco o la sospensione dell’acquisto

Con l’attuale mozione approvata si impegna il Governo a "non procedere a nessuna fase di ulteriore acquisizione senza che il Parlamento si sia espresso nel merito, ai sensi dell’articolo 4 della legge 31 dicembre 2012, n. 244"

“F-35? Se ne è occupato di persona il ministro della Difesa, e sarà possibile veramente accedere e controllare che come per gli altri programmi stiamo cercando di trasformare l’acquisizione dei cacciabombardieri in una grande impresa industriale, per ottenere più posti di lavoro possibili e controllando il progetto”.

Lo ha affermato il segretario generale della Difesa e direttore nazionale degli armamenti, generale di squadra aerea Claudio Debertolis, durante un’audizione nelle commissioni Difesa di Camera e Senato, rispondendo a una domanda di Massimo Artini del Movimento 5 stelle.
Vedi anche

Province e F-35, la scuola deve attendere. Con 8 aerei militari costruiti 3mila asili

F-35: Sel-M5S-Pd, rinunciare a progetto e dare risorse a welfare, scuola

Versione stampabile
anief
soloformazione