Evitare nuovi sfaceli al prossimo giro di algoritmo. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviato da Azzurra Carannante – L’intento di questa lettera è quello di porre la Vs attenzione su quanto successo in questi ultimi 2 anni durante le operazioni di attribuzione delle supplenze a noi precari; non sarà una lettera lunga, vogliamo focalizzarci su quelli che sono i punti nodali della questione che, arrivati a questo punto, dovrebbero essere a voi già noti.

Da quando è l’algoritmo che “decide” i nostri destini assunzionali abbiamo toccato tutti con mano che c’è qualcosa di fallato nel sistema. Per sistema s’intende non tanto quello informatico quanto quello umano che opera a monte; quest’anno in particolare, prendendo ad esempio una delle mie due classi di concorso, AB25 (INGLESE MEDIE), al primo turno di nomina, avvenuto il 9 Settembre 2022, le cattedre a disposizione risultavano essere circa una quindicina.

Osservando con maggiore attenzione la maggior parte delle cattedre durante il 1 turno di nomina, si nota che queste erano relative all’ORGANICO DI DIRITTO. E questo vale per tutte le cdc, non solo Inglese medie naturalmente.

Sappiamo che per gli insegnanti precari è, invece, il CONTINGENTE DI FATTO che fa la differenza… Non ha senso far girare il sistema la 1 volta con le sole cattedre di diritto; è, infatti, questa la ragione sostanziale per cui moltissimi della 1 fascia e i precari con punteggi più alti della 2 si sono trovati saltati dal sistema.

Ricordiamo che non tutti hanno la possibilità di mettere tutta la Provincia di Roma, visto che molti di noi hanno famiglia (specialmente chi ha punteggi alti è presumibile che non stia da poco nel sistema scolastico), dunque le soluzioni sensate e di facile attuazione sarebbero:

1) far girare l’algoritmo per il 1 turno di nomina più tardi, ovvero quando le scuole hanno contezza della situazione dell’organico di fatto e possano avere il tempo di trasmetterla agli Uffici competenti (cosa che effettivamente succedeva quando si andava a scegliere la cattedra di persona)

2) se proprio si mantiene la scelta non molto saggia di far girare l’algoritmo così presto, permettere che la posizione dei precari possa essere trattata nuovamente nei successivi turni di nomina, onde evitare venga meno il diritto di precedenza determinato dalle graduatorie.

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, dimostriamolo e difendiamo tale diritto

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri