Estero, il MEF non autorizza alcuna nomina per l’a.s. 2012/13. Quasi pronto il decreto per le supplenze

di Lalla
ipsef

red – Si è svolto il 30 luglio 2012, presso il M.A.E. un incontro tra le Delegazioni di Parte pubblica e le OO.SS. con il seguente o.d.g: 1. Definizione del Contingente del personale scolastico all’estero per l’a.s. 2012/13 in applicazione del D.L 95/2012. 2. Intesa MOF 3. Decreto per il conferimento delle supplenze. Il resoconto UIL

red – Si è svolto il 30 luglio 2012, presso il M.A.E. un incontro tra le Delegazioni di Parte pubblica e le OO.SS. con il seguente o.d.g: 1. Definizione del Contingente del personale scolastico all’estero per l’a.s. 2012/13 in applicazione del D.L 95/2012. 2. Intesa MOF 3. Decreto per il conferimento delle supplenze. Il resoconto UIL

Per quanto riguarda il punto 1) l’Amministrazione del MAE ha dichiarato che è stato raggiunto l’accordo con il MIUR e il MEF sulla corretta applicazione della legge 10 del 26 febbraio 2011 per il mantenimento all’estero del personale in servizio fino al completamento del mandato di nove anni previsto dalla suddetta norma.

Per quanto riguarda la predisposizione del contingente il Ministro Riccardo, in rappresentanza del Direttore Generale, Amb. Melani ha comunicato alle OO.SS. che la riduzione del contingente a partire dal 1 settembre 2012 sarà di 138 unità di personale, che corrispondono esattamente ai posti vacanti per il rientro del personale, con la consegna alle OO.SS. dell’elenco analitico dei posti di contingente, che il MAE propone di sopprimere, suddivisi in 43 posti nelle scuole, 59 nei corsi di italiano e 36 lettori.
Inoltre il Ministro Riccardo ha ribadito l’interpretazione restrittiva da parte del MEF del comma 12 dell’art. 14, la cui applicazione blocca i collocamenti fuori ruolo fino al raggiungimento del limite di 624 unità previste dal Decreto e quindi il MEF non autorizza il MAE ad effettuare alcuna nomina per il prossimo anno scolastico, né per il personale docente e ATA, né per i Dirigenti scolastici, ad eccezione delle nomine per le scuole europee.

Per quanto riguarda la garanzia dell’ efficienza del servizio scolastico nelle scuole statali ed evitare che i posti che si rendono vacanti al 1 settembre e non coperti da nuove nomine siano soppressi, il Ministro ha indicato che nell’ elenco dei 138 posti da tagliare, sono inclusi anche 17 posti di docenti ,5 posti ATA e 10 posti di DS, occupati da personale in servizio, che dovrà essere ricollocato nelle suddette scuole statali, in aggiunta al personale già perdente posto, sulla base del precedente contingente, soprattutto della sede di Asmara, per la decisione del MAE di non aprire le prime classi di ogni ciclo, per i noti problemi relativi al permesso di lavoro.

Questi ulteriori tagli proposti dal MAE riguarderebbero 17 docenti in servizio nelle sedi di Santiago, Bogotà, Città del Messico, Lima, Charleroi, Boston, Zurigo, Cordoba, Mar della Plata, La Plata,Rosario,Lilla; 5 unità di personale ATA in servizio a Caracas, Charleroi,Nizza e Monaco; 10 Dirigenti scolastici in servizio a Il Cairo, Tunisi, Mosca, Sofia, Mar della Plata,Caracas, Metz, Hannover,Sydney e Vancouver.

La UIL scuola, dopo aver preso atto del riconoscimento da parte del MAE del diritto del personale all’espletamento del mandato previsto dalla Legge 10/2011 ha espresso netto e totale dissenso sia nel merito che nel metodo sulla proposta di contingente presentata dal MAE. La UIL scuola ha sottolineato che la proposta della riduzione di 138 posti è del tutto arbitraria e inaccettabile, in quanto non è prevista da nessuna norma contenuta nel decreto 95 ; al contrario la Relazione Tecnica allegata al provvedimento, di cui è parte integrante, nel testo approvato dalla Commissione Bilancio del Senato in sede di conversione in legge, indica espressamente il numero di 80 posti da ridurre per ciascun anno scolastico con il completamento del taglio di 400 unità entro il 2016/17.

Questo, a parere della UIL scuola, consentirebbe al MAE anche ulteriori nomine ogni anno, anche all’interno di tale percorso di razionalizzazione della rete scolastica, proprio al fine di salvaguardare l’efficienza del servizio scolastico. Per quanto riguarda inoltre la proposta di ricollocamento di 32 unità di personale, che senza aver previsto alcun preavviso, dovrebbe in poco più di un mese trasferirsi in altre sedi, e che ad oggi non ha avuto alcuna comunicazione a riguardo, La UIL scuola ha invitato l’Amministrazione del MAE a ritirarla immediatamente, sottolineandone la sua totale inapplicabilità, in quanto la mobilità d’ufficio all’estero prevede l’obbligo da parte dell’Amministrazione del MAE di garantire tempi certi e modalità congrue per l’espletamento dei trasferimenti al fine di evitare gravi disagi e ulteriori danni al personale interessato.

Il Ministro Riccardo, a nome delle Delegazione MAE/MIUR, ha preso atto delle valutazioni delle OO.SS. e ha assunto l’impegno di presentare alla prossima riunione, che si terrà nei prossimi giorni, la proposta definitiva del decreto sul contingente scolastico.

Per quanto riguarda il punto 2) è stata sottoscritta l’Intesa relativa ai MOF per l’as.2011/12;

in relazione al punto 3) è stata completata la discussione sul testo del Decreto per il conferimento delle supplenze all’estero.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione