Esonero riscatto TFS TFR: come presentare domanda online

Stampa

Con la pubblicazione dello scorso 18 novembre l’Inps descrive il nuovo servizio online disponibile per le amministrazioni pubbliche e i dipendenti statali che vogliono chiedere l’esonero del riscatto delle rate non versate di TFS-TFR.

Con la pubblicazione dello scorso 18 novembre l’Inps descrive il nuovo servizio online disponibile per le amministrazioni pubbliche e i dipendenti statali che vogliono chiedere l’esonero del riscatto delle rate non versate di TFS-TFR.

I nuovi moduli e le relative istruzioni per utilizzare il servizio sono a disposizione sul sito dell’istituto previdenziale.

La sospensione del pagamento è riferita alle rate necessarie al riscatto dei periodi di TFR-TFS non coperti da contribuzione. Le procedure per chiedere l’esonero messe a disposizione sono 2, una per i lavoratori pubblici e una per le pubbliche amministrazioni. Queste ultime potranno accedere al servizio usando l’abilitazione INPS a loro disposizione mentre per i lavoratori sarà necessario il possesso del PIN INPS.




Chiedendo l’esonero il lavoratore smette di pagare le rate relative al riscatto dei periodi non coperti da contribuzione.

Come presentare domanda

Per presentare la domanda il lavoratore deve accedere ai “Servizi per il cittadino” del portale INPS, dopo l’autenticazione con il PIN attraverso le funzioni disponibili si può accedere al servizio dell’esonero riscatto.

Per i lavoratori ex-INPDAP l’accesso deve avvenire dalla sezione “Servizi per iscritti e pensionati” dedicata ai Servizi Gestione Dipendenti Pubblici.

 

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata