Esoneri, posto andrà a supplenza se non arriva assunto in fase C

WhatsApp
Telegram

Entro giorno 20 i docenti precari coinvolti nella fase C del piano straordinario di assunzioni dovranno accettare l'incarico e saranno assegnati alle scuole.

Entro giorno 20 i docenti precari coinvolti nella fase C del piano straordinario di assunzioni dovranno accettare l'incarico e saranno assegnati alle scuole.

In fase di richiesta, le scuole hanno inserito anche la classe di concorso dei docenti esonerati dall'insegnamento per svolgere funzioni di collaboratori dei dirigenti scolastici.

Cosa accadrà se non ci sarà corrispondenza tra le classi di concorso che sono state potenziate e quella del docente esonerato? Problema che riguarda in particolar modo la secondaria di secondo grado.

A dare indicazioni lo stesso Ministero con circolare del 21 settembre 2015.

Infatti, nel caso in cui non sia possibile sostituire il docente esonerato con un docente neoassunto tramite la Fase C del piano assunzionale, il corrispondente posto di organico di potenziamento non verrà assegnato alla scuola per l'a.s. 2015/16 e detratto dal contingente regionale.

Il che significa che il posto dovrà andare a supplenza. In realtà, al momento i posti sono già coperti da supplenti delle GI dello scorso anno, ma fino all'avente diritto. Cosa accadrà adesso?

Due sono le possibilità:

  1. il posto sarà prorogato al docente che copre già la cattedra
  2. il docente dovrà essere sostituito attingendo dalle nuove graduatorie d'istituto, con danno per la continuità didattica.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur