Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Esenzione tasse scolastiche: è prevista per studenti con Legge 104?

WhatsApp
Telegram

Quando gli alunni con Legge 104 non sono tenuti a pagare le tasse scolastiche? Vediamo cosa prevede la normativa di riferimento.

La scuola in Italia è obbligatoria e gratuita fino ai 16 anni. Di fatto, quindi, non si pagano le tasse scolastiche fino al terso anno della scuola superiore. Per il quarto e quinto anno, oltre al contributo volontario (che è appunto volontario) si è obbligari al pagamento di tasse di iscrizione alla scuola.

Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Salve
Vorrei chiedere se sia o meno prevista l’esenzione dalle tasse per il quarto e il quinto anno della scuola media superiore, per gli studenti aventi diritto ai benefici della legge 104/1992.
Grazie
Cordiali saluti

Esenzione tasse scolastiche

Un diritto che molto spesso si sottovaluta che spetta ai titolari di Legge 104 riguarda proprio la scuola. Gli alunni titolari di Legge 104 sono esonerati dal pagamento delle tasse scolastiche.

Anche se Decreto Legislativo 16 aprile 1994 n. 297, all’art. 200 prevede l’esenzione solo per gli alunni ciechi che appartengono a famiglie disagiate,  tale esenzione deve essere estesa anche a tutti gli alunni con handicap certificato dalla Legge 104 poichè senza tale estensione si incorrerebbe in una illegittimità costituzionale per trattamento dispari discriminando gli alunni certificati disabili.

In ogni caso l’esenzione è sempre legata al reddito in quanto la norma che inizialmente lo prevede, DL 118 del 1971 stabilisce che  “Ai mutilati ed invalidi civili che appartengono a famiglie di disagiata condizione economica e che abbiano subìto una diminuzione superiore ai due terzi della capacità lavorativa ed ai figli dei beneficiari della pensione di inabilità, è concessa l’esenzione dalle tasse scolastiche e universitarie e da ogni altra imposta, analogamente agli esoneri previsti per gli orfani di guerra, ciechi civili, i mutilati ed invalidi di guerra, di lavoro, di servizio e i loro figli.”

Norma estesa, poi, anche a ciechi e titolari di legge 104. Ma resta valido il fatto che devono appartenere ad una famiglia con disagio economico individuato dalle fasce di ISEE comunicate periodicamente dal Ministero dell’Istruzione.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur