Esclusa dal piano assunzioni 2015, ha dimostrato malfunzionamento Istanze on line e ottenuto il ruolo

Di
Stampa

Un'altra sentenza che condanna il Miur ad immettere in ruolo una docente che solo per un malfunzionamento di Istanze on line (la situazione non ci stupisce) era stata estromessa dal piano straordinario di assunzioni 2015.

Un'altra sentenza che condanna il Miur ad immettere in ruolo una docente che solo per un malfunzionamento di Istanze on line (la situazione non ci stupisce) era stata estromessa dal piano straordinario di assunzioni 2015.

Avevamo già parlato di una ordinanza su un caso simile Immissioni in ruolo 2015. Sistema informatico aveva fatto cilecca per fase C, docente ottiene assunzione dal giudice

Adesso è stata pubblicata una sentenza, la n. 5624 del 12.5.2016, che obbliga il Miur a riaprire il procedimento di valutazione della domanda con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2015, e lo condanna alle spese di causa liquidate in 2.000,00 oltre accessori di legge (iva, cassa forense, ecc.).

In pratica la docente aveva correttamente inviato la domanda di assunzione entro i termini previsti nel decreto 767/2015, ma poi la sua domanda è stata misteriosamente cancellata a causa di un malfunzionamento di Istanze on line.

Il Ministero non è riuscito a dimostrare che la docente abbia compiuto tale operazione, negata dalla docente.

Non è stato specificato in quale provincia la docente ha ottenuto il ruolo; in ogni caso parteciperà alle operazioni di immissione in ruolo con le stesse modalità dei colleghi.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur