Esami terza media. Fedeli: “nessuno vuole abolire il tema di italiano” Come si svolgerà la prova, con esempi

Tweet di Valeria Fedeli, in risposta ai commenti sulle nuove tipologie di prova per gli Esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione.

Nei giorni scorsi la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli e il professor Luca Serianni hanno presentato oggi al MIUR il “Documento di orientamento per la redazione della prova d’italiano nell’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo”.

PIU’ TIPOLOGIE DI TESTI, TEMA COMPRESO

In esso vengono presentate più tipologie di testi. L’alunno, in fase di esame, per la prova scritta di Italiano potrà scegliere di produrre una

delle tre tipologie di prove:

  • testo narrativo o descrittivo
  • testo argomentativo
  • comprensione e sintesi di un testo, anche mediante richiesta di riformulazione.

“Tre tipologie di prove che – si legge nel documento – se ben strutturate, consentono alle e ai docenti di verificare le diverse competenze linguistiche di cui si compone la padronanza della lingua italiana, padronanza verso cui la scuola deve traguardare studentesse e studenti per farne, davvero, cittadine e cittadini attivi e competenti”.

All’esame di I ciclo ci saranno più tipologie di prove, tema compreso, su cui una commissione di esperti guidata da Luca Serianni ha prodotto un importante documento per le scuole” conferma il Ministro.

Il tema, cioè non sarà più “libero”, ma ricadrà all’interno di una tipologia – narrativa, descrittiva, argomentativa, che gli alunni avranno studiato nel ciclo scolastico e che li aiuterà a cimentarsi nelle nuove forme di scrittura della comunicazione contemporanea.

Lo stesso Serianni aveva già spiegato in cosa consistono le novità Esame di Stato I grado. Prova di Italiano, Serianni: addio a tema libero, verificherà capacità di comprensione e sintesi

ESEMPI

E nel documento si leggono anche alcuni esempi.

Testo narrativo

Un ricordo che non si cancellerà mai dalla mia memoria Sviluppa questo spunto in un racconto legato ad un episodio della vita scolastica che ti fa piacere ricordare. Il tuo racconto sarà letto durante una festa di fine d’anno e ha come scopo quello di condividere un’esperienza significativa e conservarne il ricordo.

Testo descrittivo

C’è un oggetto che desideri avere da tanto tempo, ma temi che i tuoi genitori non siano propensi ad acquistarlo. Cerca di convincerli con una descrizione che metta in luce le qualità dell’oggetto ed insieme contenga un’efficace e convincente argomentazione circa i motivi per cui vuoi averlo.

Testo argomentativo

Leggi il seguente brano tratto dal Marcovaldo di Italo Calvino. […]

Per Marcovaldo, la vita in campagna permette di seguire il ciclo delle stagioni, di amare la natura, di evitare il traffico e la frenesia della città: per questo egli pensa che sia meglio vivere in campagna piuttosto che in città. Rispetto alla affermazione è meglio vivere in campagna piuttosto che in città esprimi la tua opinione e argomenta il tuo assenso o il tuo dissenso. Nel testo devi indicare una tesi di partenza, le ragioni o gli argomenti a sostegno della tua tesi e gli eventuali riferimenti a testi o autori che aiutino a sostenere questa tua tesi.

Comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico, anche attraverso richieste di informazione

Vedi documento

Prova strutturata con più tipologie

Vedi documento

PROVE SCRITTE PREPARATE DALLA COMMISSIONE

La prova sarà preparata, come di consueto, dalla commissione d’Esame, quindi ogni classe avrà la propria prova. Il giorno della prova ogni commissione sorteggerà una terna di tracce da sottoporre ai candidati che ne sceglieranno una.

La prova di italiano inoltre potrà essere strutturata anche in più parti riferibili alle diverse tipologie proposte (testo narrativo o descrittivo; testo argomentativo; comprensione o sintesi di un testo) che potranno essere utilizzate in maniera combinata all’interno della stessa traccia.

Esame Secondaria I grado: le prove scritte devono essere predisposte dalla commissione

IL DECRETO

Per approfondimenti è utile leggere il Decreto, in cui si approfondisce come sarà strutturata non solo la prova di italiano, ma anche di matematica, lingua straniera e il colloquio. Indicazioni sul voto finale. Come cambia la prova Invalsi.

Riforma esami Stato I grado, prova scritta di Italiano. Il documento per i docenti: testo narrativo, argomentativo e sintesi

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere