Esami terza media, ecco ordinanza Ministero [ANTEPRIMA]

di redazione

item-thumbnail

Ecco l’ordinanza ministeriale del 16 maggio 2020 sugli esami di Stato del I ciclo.

Ordinanza esami stato primo ciclo

Esami terza media: caratteristiche dell’elaborato. Criteri per il voto finale in decimi, possibile la lode

In sede di valutazione finale, il consiglio di classe tiene conto di un elaborato prodotto dall’alunno.

L’elaborato
La tematica
a) è individuata per ciascun alunno tenendo conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza dell’alunno stesso;
b) consente l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nell’ambito del percorso di studi, sia in contesti di vita personale, in una logica trasversale di integrazione tra discipline

Per gli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento l’assegnazione dell’elaborato e la valutazione finale sono condotte sulla base, rispettivamente, del piano educativo individuale e del piano didattico personalizzato.

Non solo tesina

Non dovrà necessariamente essere una tesina. L’elaborato viene inteso in senso più lato, testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentali per gli studenti degli indirizzi musicali.

Esposizione telematica

L’esposizione dell’elaborato dovrà avvenire oralmente e in modalità telematica, da parte di ciascun alunno davanti ai docenti del consiglio stesso.

L’ordinanza prevede una dilatazione dei tempi per produzione elaborato e scrutinio finale: ci sarà tempo fino al 30 giugno.

Il calendario sarà stabilito dal dirigente scolastico o dal coordinatore delle attività educative e didattiche, sentiti i consigli di classe.

Alunni assenti 

Per gli alunni risultati assenti alla presentazione orale per gravi e documentati motivi, il dirigente scolastico, sentito il consiglio di classe, prevede ove possibile lo svolgimento della presentazione in data successiva e, comunque, entro la data di svolgimento dello scrutinio finale della classe.

In caso di impossibilità a svolgere la presentazione orale entro i termini previsti, il consiglio di classe procede comunque alla valutazione dell’elaborato inviato dall’alunno.

Valutazione

La griglia di valutazione sarà appositamente predisposta dal collegio dei docenti, con votazione in decimi.

Valutazione

La valutazione in sede di scrutinio finale dovrà basarsi sull’attività didattica effettivamente svolta, tenendo conto sia della fase di studio in presenza che a distanza.

Nella valutazione dovranno confluire i voti conseguiti nelle singole discipline, anche se il voto è inferiore a sei decimi, la valutazione dell’elaborato e del percorso di studi triennale.

Il consiglio di classe attribuisce agli alunni la valutazione finale, espressa in decimi.

La valutazione finale rimane in decimi con possibile lode.

Versione stampabile
soloformazione