Esami terza media, candidati assenti per Covid: prevista sessione suppletiva scritti entro il 30 giugno

WhatsApp
Telegram

Entro il 30 giugno si svolgono gli esami di terza media con il ritorno dei due scritti di italiano e matematica. Misure anti Covid allentate, ma il virus circola. Può succedere quindi che un alunno possa risultare positivo. Cosa fare in tale circostanza? L’OM 64 del 14 marzo fornisce indicazioni per i candidati assenti alle prove.

“Per i due scritti è prevista la presenza, per l’orale – in caso di documentata necessità – ci sarà modo di collegarsi anche da remoto” ha specificato il Ministero in una FAQ.

Gli scritti vanno comunque svolti in presenza, mentre il colloquio si può svolgere a distanza, in videoconferenza.

Così l’articolo 8 dell’OM 64:

I candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, presentano istanza, corredata di idonea documentazione, al presidente della commissione per poter svolgere il colloquio al di fuori della sede scolastica. Il presidente della commissione
dispone la modalità di svolgimento del colloquio in videoconferenza o in altra modalità telematica sincrona. In ogni caso le prove scritte devono essere svolte dai candidati in presenza.

Gli scritti, per cui è prevista obbligatoriamente la presenza dei candidati, si possono svolgere nella sessione suppletiva prevista entro il 30 giugno. In casi eccezionali – si specifica all’articolo 9 dell’OM – entro il termine dell’anno scolastico, salvo diversa disposizione connessa all’andamento della situazione epidemiologica.

Quanto all’eventualità di un commissario positivo abbiamo spiegato in Maturità ed esami terza media 2022, causa Covid i commissari possono partecipare in videoconferenza?

L’ordinanza

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia