Esami terza media 2021, si svolgerà tra il termine delle lezioni e il 30 giugno. Calendario operazioni e riunione preliminare

Stampa

Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21, calendario delle operazioni e riunione preliminare. Cosa fa il dirigente scolastico e cosa i docenti.

Esame a.s. 2020/21

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, disciplinato per il solo a.s. 2020/21 dall’OM n. 52 del 03/03/2021, consiste in una sola prova orale e prevede la realizzazione  e la presentazione di un elaborato da parte degli alunni, che andrà consegnato prima degli esami.

L’esame si svolge in presenza, tuttavia, come leggiamo nell’articolo 9 dell’OM, potrebbe svolgersi in video conferenza o in altra modalità sincrona a distanza, nel caso in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano oppure nel caso in cui il dirigente scolastico (prima dell’inizio della sessione d’esame) o il presidente di commissione (successivamente all’inizio della sessione d’esame) ravvisi l’impossibilità di applicare le eventuali misure di sicurezza stabilite, in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle disposizioni ad essa correlate.

L’esame in video conferenza o in altra modalità sincrona è previsto, inoltre, per i candidati impossibilitati a essere presenti perché in ospedale o luoghi di cura o perché impossibilitati lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame. Lo stesso vale per i commissari se impossibilitati a seguire i lavori in presenza, inclusa la prova d’esame, in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica. Approfondisci

ORDINANZA

Queste le procedure e gli adempimenti che condurranno all’esame, al suo svolgimento e alla valutazione degli alunni:

  • assegnazione della tematica dell’elaborato, che gli alunni dovranno realizzare e presentare, da parte del consiglio di classe a ciascuno studente entro il 7 maggio 2021;
  • supporto dei docenti agli allievi nella realizzazione dell’elaborato e nella scelta della forma che lo stesso dovrà avere;
  • trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato da parte degli studenti entro il 7 giugno 2021;
  • scrutinio finale per delibera ammissione all’esame e attribuzione relativo voto in decimi;
  • insediamento della commissione d’esame;
  • svolgimento esame: prova orale a partire dalla presentazione dell’elaborato;
  • valutazione finale.

Calendario delle operazioni

L’esame si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni (data stabilita dal calendario regionale) e il 30 giugno 2021, salvo diversa disposizione connessa all’andamento della situazione epidemiologica.

Il calendario delle operazioni d’esame, così come la riunione preliminare, è disciplinato dall’articolo 5 del DM n. 741/2017, cui rinvia l’articolo 10 della suddetta OM:

Restano ferme le disposizioni di cui agli articoli 3, 4, 5, 11, 15 del DM 741/2017, per quanto compatibili con la presente ordinanza.

Il dirigente scolastico, secondo le disposizioni del citato articolo 5, definisce e comunica al collegio docenti il calendario delle operazioni d’esame e in particolare le date di svolgimento di:

  • riunione preliminare della commissione;
  • prova orale;
  • eventuali prove suppletive (per il corrente anno scolastico prova orale suppletiva, da concludersi sempre entro il 30 giugno 2021; in casi eccezionali entro il termine dell’anno scolastico ossia il 31/08, come prevede l’articolo 11 del DM 741/2017).

Riunione preliminare

La riunione preliminare, come detto sopra, è disciplinata dall’articolo 5 del DM n. 741/2017. Di seguito i compiti della commissione nel corso della predetta riunione.

La commissione:

  • definisce gli aspetti organizzativi delle attività delle sottocommissioni determinando, in particolare, l’ordine di successione delle classi per i colloqui (nella definizione del calendario la commissione tiene in considerazione le intese dello Stato con confessioni religiose che considerano il sabato come giorno di riposo);
  • definisce i criteri di valutazione della della prova d’esame; al riguardo sottolineiamo che i predetti criteri devono essere coerenti con il profilo finale dello studente, con gli obiettivi e i traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali come declinati dal curricolo di istituto e dalla programmazione dei consigli di classe (definiti i criteri è bene procedere alla realizzazione di una specifica griglia di valutazione della prova d’esame), con particolare attenzione alla capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, nonché sul livello di padronanza delle competenze di educazione civica; i criteri inoltre devono riguardare la valutazione dell’elaborato a partire dal quale si svolge la prova orale;
  • definisce le modalità organizzative per lo svolgimento della prova d’esame per gli alunni con disabilità certificata e/o con disturbo specifico di apprendimento certificato;
  • individua per ogni sottocommissione un docente coordinatore all’interno della stessa; evidenziamo che ogni coordinatore è delegato dal Presidente a sostituirlo nei lavori della propria sottocommissione in caso di assenza temporanea o contestuale impegno presso altra sottocommissione.

Sempre in sede di riunione preliminare, la commissione può definire i criteri per l’attribuzione della lode, tenuto conto di quanto previsto dall’OM: “La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità della commissione, in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio e e agli esiti della prova d’esame”. 

Secondo il DM 741/2017 e la nota 1865 del 10/10/2017, la commissione assegna, tenuto conto del numero di alunni delle singole classi terze e dopo aver esaminato la documentazione presentata, gli eventuali candidati privatisti alle singole sottocommissioni; nel caso siano presenti privatisti con disabilità certificata, gli stessi vengono assegnati ad una o più sottocommissioni in cui sia presente un docente di sostegno. Per il corrente anno scolastico tale disposizione non può applicarsi e i candidati privatisti vanno assegnati al consiglio di classe prima dell’inizio delle operazioni di esame, in quanto gli stessi (candidati) devono realizzare l’elaborato summenzionato, la cui tematica va assegnata dal consiglio di classe entro il 7 maggio 2021 (quindi l’assegnazione del candidato privatista va effettuata prima di tale data) e la cui consegna deve avvenire entro il 7 giugno 2021. 

Esame di terza media, ecco l’ordinanza ministeriale. Le novità [PDF e VIDEO]

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”