Esami terza media 2020/21, ci sarà solo la prova orale. Come si svolgerà

Stampa

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21, a causa dell’emergenza epidemiologica ancora in atto, si svolgerà in maniera più “snella”, articolandosi in una sola prova orale.  Vediamo come e su cosa si svolgerà.

Ordinanza

Pubblicata l’ordinanza ministeriale n. 52 del 03/03/2021, volta a disciplinare l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/2021 ed emanata ai sensi dell’articolo 1, comma 504, della legge n. 178/2020.

Esame di terza media, orale in presenza entro il 30 giugno. [ORDINANZA PDF e VIDEO]

Esame a.s. 2020/21

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo a.s. 2020/21, leggiamo nell’OM, consiste in una sola prova orale (sostitutiva di quelle previste dall’articolo 8, commi 4 e 5, del D.lgs. 62/2017) e prevede la realizzazione e la presentazione da parte degli studenti di un elaborato.

Prima di illustrare come si svolge e su cosa verte la predetta prova orale, ricordiamo schematicamente tutti gli adempimenti relativi all’esame a.s.2020/21.

Sintesi adempimenti alunni e docenti, articolazione prova orale e tempistica

Queste le procedure e gli adempimenti che condurranno all’esame, al suo svolgimento e alla valutazione degli alunni:

  • assegnazione della tematica dell’elaborato, che gli alunni dovranno realizzare e presentare, da parte del consiglio di classe a ciascuno studente entro il 7 maggio 2021;
  • supporto dei docenti agli allievi nella realizzazione dell’elaborato e nella scelta della forma che lo stesso dovrà avere;
  • trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato da parte degli studenti entro il 7 giugno 2021;
  • scrutinio finale per delibera ammissione all’esame e attribuzione relativo voto in decimi;
  • insediamento della commissione d’esame;
  • svolgimento esame: prova orale a partire dalla presentazione dell’elaborato;
  • valutazione finale.

Quanto alla tempistica di svolgimento delle operazioni di esame, l’OM conferma che le stesse si svolgono nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2021, salvo diversa disposizione connessa all’andamento della situazione epidemiologica.

Prova orale

Dopo aver realizzato e trasmesso al consiglio di classe l’elaborato e una volta ammessi all’esame, gli alunni sostengono l’unica prova d’esame, quella orale, ai fini del conseguimento del diploma di scuola secondaria di primo grado.

La prova orale prevede la presentazione dell’elaborato da parte degli studenti e, tenendo a riferimento le Indicazioni nazionali per il curricolo, deve valutare la capacità dell’allievo di:

  • argomentazione
  • risoluzione di problemi
  • pensiero critico e riflessivo
  • il livello di padronanza delle competenze di educazione civica

La prova orale, inoltre, sulla base degli obiettivi e traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali come declinati dal curricolo di istituto e dalla programmazione specifica dei consigli di classe, accerta il livello di padronanza:

  • della lingua italiana;
  • delle competenze logico matematiche;
  • delle competenze nelle lingue straniere.

Percorsi a indirizzo musicale

Gli alunni frequentanti i percorsi ad indirizzo musicale, nell’ambito della prova orale, svolgono una prova pratica di strumento.

Alunni disabili e con DSA

Per gli alunni con disabilità e con DSA la prova orale è definita sulla base rispettivamente del piano educativo individualizzato e del piano didattico personalizzato e condotta secondo quanto previsto nei predetti documenti (PEI e PDP).

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…