Esami di Stato terza prova: clil, scuola lavoro, fino a 5 discipline. Archivio esempi

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

E' il giorno in cui le commissioni degli Esami di Stato 2015 si riuniscono per decidere la struttura della terza prova, in coerenza al documento del 15 maggio.

E' il giorno in cui le commissioni degli Esami di Stato 2015 si riuniscono per decidere la struttura della terza prova, in coerenza al documento del 15 maggio.

La terza prova si svolgerà lunedì 22 giugno. Sarà la Commissione, in relazione alla complessità della prova, a deciderne la durata. Il Presidente stabilisce l'orario di inizio della prova, dandone comunicazione all'albo dell'istituto.

Non va assolutamente data comunicazione delle discipline interessate.

Stabilita nella riunione di oggi tipologia e struttura della prova, ciascun componente della disciplina interessata dovrà formulare un numero doppio di proposte, che saranno presentate lunedì. Effettuata la scelta lunedì stesso, la prova sarà assemblata e si potrà dare inizio alla sessione.

Le novità di quest'anno

CLIL

L'Ordinanza n. 11/2015 del 29 maggio 2015 specifica

Terza prova

" La commissione tiene conto, ai fini dell'accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio, disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia CLIL, descritte nel documento del 15 consiglio di classe di cui all'art. 6 della presente ordinanza"

e ancora

"Nell'accertamento della conoscenza della disciplina non linguistica (DNL) veicolata in lingua straniera tramite la metodologia CLIL, la Commissione terrà conto della modalità con cui tale insegnamento è stato attivato, secondo le risultanze del documento del consiglio di classe di cui all'art. 6 della presente ordinanza".

Leggi anche Esami di Stato 2015. Clil al debutto nella terza prova: obbligatorio?

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

L'alternanza scuola lavoro potrebbe rientrare anche nella terza prova, nonostante su ciò l'ordinanza sia piuttosto vaga. Vi si legge infatti "La commissione tiene conto, ai fini dell'accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro". Chiaramente l'accertamento afferisce alle discipline interessate, ma le modalità non sono esplicitate.

Numero discipline coinvolte.

E' la querelle degli esami di stato 2015, risolta da un laconico comunicato del Ministero. L'ordinanza del 29 maggio 2015 presenta infatti un cambio di rotta rispetto alla normativa precedente, laddove impone (devono) la partecipazione alla terza prova di tutte le discipline per le quali in commissione sia presente un commissario, fino ad un massimo di 5. Una disposizione che ha destato qualche preoccupazione, in quanto non in sintonia con molte delle simulazioni effettuate, spesso con quattro discipline, in virtù della del dm 429/2000, secondo il quale "possono" partecipare tutte le discipline, fino ad un massimo di 5.

Il Ministero ha confermato tale interpretazione con un comunicato del 16 giugno 2015 Esami di Stato 2015, terza prova anche con 4 discipline. Miur conferma nostra interpretazione

Licei Linguistici e corsi istituti tecnici con più lingue, in cui la lingua straniera sia oggetto della seconda prova scritta: la terza prova potrà prevedere il coinvolgimento di una o più lingue straniere diverse da quelle oggetto di seconda prova.

FAQ

e) Si devono considerare escluse dalla terza prova le discipline oggetto della prima e della seconda prova scritta?
No. Tutte le materie possono essere oggetto della terza prova scritta.

h) La terza prova scritta verrà corretta soltanto dai docenti delle materie coinvolte?
No, la correzione è collegiale.

ARCHIVIO ESEMPI

La sezione www.dida.orizzontescuola.it presenta un vasto archivio di terze prove Vai agli esempi

Lo speciale di OrizzonteScuola.it Guide, consulenza, normativa

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli