Esami stato primo grado, se non si rientra “tesina” da consegnare e forse discutere online o in presenza

di redazione

item-thumbnail

Esami stato primo grado, a breve provvedimento del Governo. 

Se si torna a scuola

Se si dovesse tornare a scuola, anche  a maggio, secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, l’esame potrebbe restare invariato, considerato che le prove sono predisposte dai docenti.

Se non si torna a scuola

Se non si torna a scuola, l’idea che sembra farsi strada è quella di un elaborato, la cosiddetta tesina, da consegnare alla commissione (commissione composta, com’è noto, dai docenti di ogni consiglio di classe e dal dirigente scolastico o sostituto che la presiede).

In dubbio se l’elaborato sarà discusso e se lo sarà in sede oppure online.

Su cosa verterà l’elaborato lo decideranno le scuole.

Il voto finale, nel’eventualità, sarebbe dato dal voto di ammissione e quello attribuito all’elaborato.

Versione stampabile
soloformazione