Esami di Stato II grado: entro il 15 maggio il documento del consiglio di classe

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – Entro il 15 maggio i consigli di classe delle V classi della scuola secondaria di II grado elaborano un apposito documento relativo all’azione educativa e didattica dell’ultimo anno di corso. Negli istituti professionali deve recare indicazioni sulle esperienze di alternanza scuola lavoro. Affisso all’albo di istituto, chiunque ne abbia interesse può estrarne copia.

Lalla – Entro il 15 maggio i consigli di classe delle V classi della scuola secondaria di II grado elaborano un apposito documento relativo all’azione educativa e didattica dell’ultimo anno di corso. Negli istituti professionali deve recare indicazioni sulle esperienze di alternanza scuola lavoro. Affisso all’albo di istituto, chiunque ne abbia interesse può estrarne copia.

Esso comprende

  • contenuti
  • metodi
  • mezzi
  • spazi e tempi del percorso formativo
  • i criteri, gli strumenti di valutazione adottati
  • obiettivi raggiunti
  • ogni altro elemento che i consigli di classe ritengano significativo ai fini dello svolgimento degli esami

Istituti Professionali

Il documento deve recare specifiche indicazioni sul profilo e sulle competenze acquisite dagli allievi con riferimento alle esperienze, condotte sia nella classe IV che nella classe V, in alternanza scuola-lavoro. Le commissioni d’esame terranno conto di tali attività ed esperienze, ai fini dell’accertamento di conoscenze, competenze e capacità, in particolare per la configurazione della terza prova e nella conduzione del colloquio.

Nella Regione Lombardia, per i candidati di cui all’art. 2, comma 1, lettera e), il documento del consiglio di classe farà riferimento, in particolare, ai contenuti, ai metodi, ai mezzi, agli spazi e ai tempi del percorso formativo, nonché ai criteri, agli strumenti di valutazione adottati e agli obiettivi raggiunti ai fini dell’accertamento delle conoscenze, competenze e capacità, con specifico riferimento alla terza prova ed al colloquio. Il documento sarà approntato dal consiglio della classe dell’istituto professionale a cui i candidati sono stati assegnati in qualità di candidati interni, sulla base della relazione documentata di cui al citato art. 2, comma 1, lettera e). La struttura complessiva del documento della classe alla quale sono assegnati detti candidati, in coerenza con il successivo comma 4, si distinguerà in due, o più sezioni, ciascuna delle quali dedicata ad una delle articolazioni in cui si suddivide la classe-commissione.

Prove effettuate

Al documento stesso possono essere allegati eventuali atti relativi alle prove effettuate e alle iniziative realizzate durante l’anno in preparazione dell’esame di Stato, nonché alla partecipazione attiva e responsabile degli alunni ai sensi del Regolamento recante le norme dello Statuto delle studentesse e degli studenti emanato con D.P.R. n. 249 del 24/6/98, modificato dal D.P.R. 21-11-2007,n. 235.

N.B. Il documento è immediatamente affisso all’albo dell’istituto e consegnato in copia a ciascun candidato. Chiunque ne abbia interesse può estrarne copia.

L’ordinanza ministeriale n. 13/2013

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur