Esami Stato II grado 2017, candidati esterni: chi e come presenta domanda entro il 20 marzo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le operazioni propedeutiche all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di Istruzione sono state avviate, com’è noto, dall’amministrazione con la circolare n. 12474 del 9.11.16.

La suddetta circolare, tra le varie categorie di privatisti, include gli studenti che cessano la frequenza dopo il 31 gennaio ed entro il 15 marzo 2017:

Possono presentare istanza di partecipazione all’esame di Stato come candidati esterni coloro che hanno almeno uno dei seguenti requisiti:

e) aver cessato la frequenza dell’ultimo anno di corso prima del 15 marzo 2017.

I soggetti di cui alla lettera e), ossia gli studenti suddetti, devono presentare domanda di partecipazione all’esame di Stato 2017 entro il 20 marzo 2017.

Oltre al modello di domanda, debitamente compilato e sottoscritto, i candidati produrre:

1) dichiarazione sostitutiva ex DPR 445/2000 compilata e firmata;
2) fotocopia del documento d’identità;
3)  fotocopia  del bollettino  relativo  alla  tassa  erariale  reperibile  presso  gli  uffici postali;
4) copia certificazione attestante il ritiro della frequenza dalle lezioni depositata presso la segreteria scolastica dell’ex istituto.

Devono, inoltre, indicare nel modulo di domanda  3 istituzioni scolastiche, che devono appartenere al proprio comune di residenza, eccetto nei casi in cui l’indirizzo prescelto non sia presente  nel  proprio  comune.

Il candidato non è necessariamente assegnato alla prima scuola indicata, in quanto in tale scuola possono verificarsi situazioni di di esubero delle domande, per cui si procederà ad assegnare  il  privatista  alla  scuola
indicata  come  seconda  o  terza  scelta. La normativa vigente, infatti, prevede per  ogni classe un numero non superiore a 35 candidati complessivi, dei  quali gli esterni  siano però in misura comunque non superiore alla  metà del numero degli interni.

Per i modelli di domanda attenzionare i siti degli Uffici Scolastici Regionali e Provinciali

circolare 9.11.2016

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare