Esami di Stato II grado 2015/16, USR Lombardia: crescita dei voti alla maturità, aumento percentuale degli 80/100

di redazione
ipsef

USR Lombardia – Continua il trend in crescita dei voti alla maturità. Rispetto allo scorso anno scolastico, che già aveva registrato un miglioramento degli esiti finali, si rileva un incremento della percentuale di studenti diplomati con votazione superiore ad 80. + 0,7% per il range tra 81 e 90/100 e +0,9% per l’intervallo tra 91 e 99/100. In aumento dello 0,2% anche i 100 e i diplomati con lode. 

USR Lombardia – Continua il trend in crescita dei voti alla maturità. Rispetto allo scorso anno scolastico, che già aveva registrato un miglioramento degli esiti finali, si rileva un incremento della percentuale di studenti diplomati con votazione superiore ad 80. + 0,7% per il range tra 81 e 90/100 e +0,9% per l’intervallo tra 91 e 99/100. In aumento dello 0,2% anche i 100 e i diplomati con lode. 

Diminuisce, di conseguenza, la percentuale dei 60 ( – 0,8%) e dei voti fino ad 80. Pari allo 0,5 la percentuale degli ammessi che non hanno conseguito il diploma, dato inferiore rispetto a quello dell’anno 2014/2015.

Più 100 e 100 con lode nei Licei rispetto ai Tecnici e ai Professionali, dove comunque i voti tra 90 e 99 sono aumentati rispettivamente dello 0,6% e dello 0,4%.
“Con soddisfazione apprendo che i risultati d’esame degli studenti della Lombardia sono mediamente buoni in tutti i percorsi di studio – è la dichiarazione del Direttore generale per la Lombardia, Delia Campanelli – e per questo ringrazio i tanti docenti che hanno saputo condurre i ragazzi a questi significativi traguardi.

Accolgo con favore tali dati che indicano un'inversione di tendenza rispetto al passato e dimostrano come le commissioni, opportunamente, stiano utilizzando tutta la gamma dei voti possibili, per valorizzare pienamente le eccellenze e tributare un soppesato riconoscimento a tutti gli studenti. Parafrasando Rodari, «Or che i sogni e le speranze si fan veri» ai diplomati rivolgo un sincero augurio per il futuro, oltre ai meritati complimenti”.

Milano, 20 luglio 2016

Delia Campanelli

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare