Esami di Stato II ciclo. Rimanere a disposizione fino al 30 giugno, nella tua scuola come ci si organizza?

di Lalla
ipsef

Lalla – La normativa sugli Esami di Stato ci dice che i docenti non nominati debbano rimanere a disposizione fino al 30 giugno, ed assicurare comunque la presenza in servizio nei giorni delle prove scritte. Nella tua scuola come ci si comporta?

Lalla – La normativa sugli Esami di Stato ci dice che i docenti non nominati debbano rimanere a disposizione fino al 30 giugno, ed assicurare comunque la presenza in servizio nei giorni delle prove scritte. Nella tua scuola come ci si comporta?

Ecco le testimonianze dei colleghi

1) "Gentile redazione, desidero sottoporvi la situazione della mia scuola. Il Dirigente del nostro Istituto Superiore ci ha comunicato che tutti i docenti non impegnati con gli esami di Stato, devono essere in servizio
fino al 30 di giugno secondo il proprio orario di lezione; pertanto ogni giorno mi devo recare a scuola per fare le mie solite ore senza però avere nessuna attività da svolgere se non quella di guardare in faccia i miei colleghi. Grazie per l’attenzione."

2) "Gentile redazione, nella mia scuola (IIS DALLA CHIESA SPINELLI di Omegna (VB) ci hanno richiesto di essere presenti a scuola i giorni 19, 20 e 24 giugno."

3) "Nella mia scuola i docenti non impegnati in scrutini ed esami sono liberi . In modo tacito si è stabilito che i docenti liberi saranno presenti solo nella mattinata del 19 per eventuali richieste di sorveglianza durante la prima prova degli esami ."

4) "Nella mia scuola, IPSSAR Alberini di Villroba, TV, il DS ha emesso una circolare con i nomi degli insegnanti che dovranno essere presenti in sede durante le prove scritte.

Non ha accettato domande di permessi e ferie in quei tre giorni rispondendo alle colleghe che le attività erano programmate da tempo e bisogna essere presenti, che la circolare era chiara … Non so se sia giusto non accettare nemmeno la richiesta di un giorno O anche di tutti e tre i giorni di permessi per motivi personali se un docente non ne avesse usufruito durante l’anno …"
 
5)  Il DS ha informato tutti i docenti con circolare della necessità di stare a disposizione fino al 30/06 poi ha invitato, senza scriverlo da nessuna
parte, a mettersi a propria scelta nei turni di sorveglianza nei tre giorni di prove scritte.

scrivi a [email protected] Il DS ha informato tutti i docenti con circolare della necessità di stare a

disposizione fino al 30/06 poi ha invitato, senza scriverlo da nessuna
parte, a mettersi a propria scelta nei turni di sorveglianza nei tre giorni
di prove scritte.
 
6) Il Dirigente ha emesso una circolare in cui invita i docenti NON impegnati negli esami di maturità e NON impegnati nei corsi di recupero carenze
formative ad essere PRESENTI a scuola tutti i giorni escluso il sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Non viene stabilito il termine di questo ordine di servizio (ma si intende il 30 Giu, immagino). Il Piano delle Attività non prevede alcuna attività in quel periodo.
 
L’anno passato, visto il disordine e il vociare che si creava a scuola e le lamentele dei Presidenti di Commisione all’esame di maturità, con successiva circolare invitava a rispettare l’ordine di servizio CON L’ECCEZIONE dei giorni delle prove scritte.
 
Il tutto avviene, anche questo anno, nel silenzio imbarazzante delle RSU (sindacato CGIL).
Saluti.

Nel forum Sorveglianza prove esami di Stato

Esami di Stato II grado, i docenti non nominati rimangono a disposizione fino al 30 giugno

Versione stampabile
anief
soloformazione