Esami di Stato 2016, comunicazione dati: cosa fa la Scuola e cosa fa la Commissione

Stampa

Il Miur ha fornito indicazioni, in vista dell'esame di Stato II grado, in merito alla comunicazione dei dati all'Anagrafe degli studenti e al corretto utilizzo dell'applicativo "Commissione Web". 

Il Miur ha fornito indicazioni, in vista dell'esame di Stato II grado, in merito alla comunicazione dei dati all'Anagrafe degli studenti e al corretto utilizzo dell'applicativo "Commissione Web". 

Riguardo alle citate attività, come leggiamo nella nota, sono previste 4 fasi, di cui 3 di competenza delle Scuole ed 1 delle Commissioni.

Prima fase (Scuola): presentazione dei candidati dal 10 giugno sino all'insediamento delle Commissioni. In questa fase, le scuole: verificano, ed eventualmente correggono, gli abbinamenti candidati/commissioni; verificano i dati anagrafici degli allievi; inseriscono i dati di presentazione dei candidati interni  e "altri candidati" (esito scrutinio finale, credito scolastico, eventuale inserimento della delibera di ammissione); scelgono l'applicativo software che utilizzerà la Commissione (la scelta è della Commissione). La scelta dell'applicativo "Commissione Web" comporta l'assegnazione dei membri interni ed esterni alla classe/commissione e l'assegnazione delle materie d'esame.

Seconda fase (Lavori della Commissione): l’applicativo “Commissione WEB” accompagna i lavori della Commissione nelle varie fasi previste; se la Commissione  utilizza  un applicativo diverso bisognerà esportare i dati di presentazione dei candidati dal SIDI, quindi caricare il file esportato sull’applicativo prescelto.

Terza fase (Comunicazione esiti esami di Stato a cura delle Scuola): la comunicazione degli esiti avviene dal 1° al 22 luglio; se la commissione ha utilizzato l'applicativo “Commissione WEB”, sarà sufficiente importare i dati sul SIDI, previo controllo della correttezza dei medesimi; se è stato utilizzato un applicativo diverso, bisognerà effettuare l’invio del flusso dall’applicativo al SIDI e verificare la corretta importazione dei dati. Se non è stato utilizzato alcun applicativo, bisognerà inserire  i risultati delle singole prove d’esame di tutti i candidati direttamente nell’area “Esiti Esami di Stato”del SIDI.

Teminiti i lavori delle Commissioni, è necessario chiudere la rilevazione degli Esiti utilizzando la funzione “Chiusura attività”.

Quarta fase (adempimenti finali da parte della Scuola): le scuole  sul SIDI devono inserire i piani orario per la predisposizione dei certificati di superamento prove, produrre il Certificato di superamento prove, produrre l’Attestato di credito formativo, produrre il Diploma (in formato A3), produrre il “Supplemento Europass al Certificato” .

Le fasi sopra elencate sono consequenziali, per cui se non si porta a termine quella immediatamente precedente non si può passare alla fase successiva

Le scuole e le commissioni, per svolgere i suddetti compiti, possono avvalersi delle guide esplicative presenti sul portale SIDI.

Le informazioni relative all'utilizzo dell'applicativo "Commissione Web" sono presenti nella sezione “Istruzione -> Argomenti -> Esami di Stato -> Commissione web” del portale www.istruzione.it

La nota Miur

Lo speciale di OS sugli Esami di Stato 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur