Esami di Stato 2015: il 3 giugno i commissari esterni. Impedimento ad espletare incarico, domanda messa a disposizione

di Lalla
ipsef

Questa la data stabilita dal Miur per la pubblicazione ufficiale delle commissioni esterne per gli Esami di Stato 2015 nelle scuole secondarie di II grado di tutta Italia (poi magari non sarà improbabile che qualche scuola riesca a visionare prima i risultati, come già accaduto gli scorsi anni).

Questa la data stabilita dal Miur per la pubblicazione ufficiale delle commissioni esterne per gli Esami di Stato 2015 nelle scuole secondarie di II grado di tutta Italia (poi magari non sarà improbabile che qualche scuola riesca a visionare prima i risultati, come già accaduto gli scorsi anni).

L’esame di maturità prevede, ancora per questo anno scolastico, commissioni miste, composte cioè, oltre che da un presidente esterno, da tre commissari esterni e tre interni.

Ricordiamo che la partecipazione ai lavori delle commissioni rientra tra gli obblighi inerenti lo svolgimento delle funzioni proprie del personale della scuola, salvo le deroghe consentite dalle norme vigenti. Non è, pertanto, consentito rifiutare l’incarico o lasciarlo, anche nel caso di nomina in sede non richiesta o in commissioni operanti in settori di istruzione diversi da quelli di servizio. Eventuali inosservanze sono suscettibili di valutazione sotto il profilo disciplinare.

Impedimento ad espletare l'incarico

L’impedimento a espletare l’incarico, da parte dei presidenti, deve essere comunicato immediatamente al Direttore dell’ufficio scolastico regionale in cui ha sede la commissione, il quale dispone subito gli accertamenti di rito in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa immediata sostituzione.
L’impedimento a espletare l’incarico, da parte dei commissari interni, deve essere comunicato immediatamente al proprio dirigente scolastico, il quale dispone immediati accertamenti in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa sostituzione.
L’impedimento a espletare l’incarico, da parte dei commissari esterni, deve essere comunicato immediatamente al proprio dirigente scolastico, il quale dispone immediati accertamenti in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e al competente Direttore preposto all’ufficio scolastico regionale il quale ne dispone l’immediata sostituzione.
La documentazione comprovante i motivi dell’impedimento deve essere prodotta dai dirigenti scolastici e dai docenti, rispettivamente, al Direttore dell’ufficio scolastico regionale e al proprio dirigente scolastico, entro tre giorni dall’insorgenza dell’impedimento stesso.

Competerà all’Ufficio Scolastico, in caso di rinunce, provvedere alla sostituzione del presidente e dei commissari esterni (scorrendo le graduatorie degli altri docenti che hanno prodotto la domanda o eventualmente le domande di messa a disposizione).

I docenti precari che non abbiano avuto l'obbligo (o che non si siano avvalsi della facoltà) di presentare domanda per gli Esami di Stato della scuola secondaria II grado per l'a.s. 2015/16, possono presentare domanda di messa a disposizione per la sostituzione di commissari che, dopo la nomina, saranno rinunciatari o assenti. I compensi e il modello di domanda

Versione stampabile
anief
soloformazione