Esami di stato 2013: al commissario impegnato in due classi, anche se della stessa commissione, spetta il doppio compenso. Giudice del lavoro smentisce Miur

di Lalla
ipsef

red – Il Tribunale di Salerno riconosce il diritto dei commissari impegnati per gli Esami di Stato 2013 in una sola commissione ma su due classi, ad avere il doppio compenso, negato da una nota del Miur.

red – Il Tribunale di Salerno riconosce il diritto dei commissari impegnati per gli Esami di Stato 2013 in una sola commissione ma su due classi, ad avere il doppio compenso, negato da una nota del Miur.

La controversia, seguita dall’Avv. Giuseppe Colopi aveva ad oggetto la liquidazione del compenso forfetario esami di Stato di € 399,00. L’Istituto Scolastico inizialmente non aveva riconosciuto che tale compenso venisse calcolato doppio, in quanto riteneva che i professori, avendo svolto la loro prestazione su una sola commissione con due classi, non ne avessero diritto. L’Istituto riteneva che, invece, solo i colleghi che avevano svolto il loro lavoro su due commissioni avevano diritto a ricevere tale doppio compenso.

Iil 13 novembre 2012 il Ministero ha emanato una nota con cui apportava questa novità del pagamento unico per il commissario impegnato in più classi della stessa commissione. La nota ha subito destato sospetto, in quanto limitando il compenso dei commissari interni su più classi della stessa commissione, contraddiceva la normativa superiore, che invece in questo caso prevede un compenso aggiuntivo, con nota del 05 luglio 2007 " I compensi aggiuntivi riferiti alla funzione, di cui alla tabella 1 – quadro A, spettano ai membri interni che svolgono la funzione su ulteriori classi della stessa o di altra commissione"

A luglio 2013, dopo innumerevoli proteste, il Ministero si era dimostrato disponibile a rivedere la nota, purchè ci fosse la copertura di spesa, situazione tutta da verificare, e di cui poi non si è più saputo nulla.

Il Tribunale di Salerno – sezione lavoro- afferma il contrario riconoscendo il diritto al compenso a quei professori operanti su una sola commissione con due classi, dando così precisa lettura della Legge n. 1 del 11 gennaio 2007, del Decreto Ministeriale attuativo e delle note ministeriali ad essi collegate.

Ci auguriamo che la sentenza sia da monito per il Miur e che nella trasmissione della normativa per gli Esami di Stato 2014 si rispetti quanto indicato dal Giudice, evitando inutili contenziosi.

La sentenza

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare