Esami scuola media, turni di lavoro fino a 13 ore per chiudere prima

Una riflessione su una prassi diffusa per gli esami della scuola secondaria di I grado. Turni di lavoro senza pausa pur di chiudere qualche giorno prima.

“Gentilissimi della redazione, 

Una  riflessione sul periodo degli esami della scuola secondaria, una corsa contro il tempo per poter chiudere sempre prima i cancelli della scuola. 

In questi giorni, come consuetudine di tutti gli anni, mi trovo in commissione d’esame di stato di Terza  media e , avendo più di una  classe, ho turni di lavoro disumani , più di volta dalle otto del mattino fino alle otto di  sera o anche più .

Trovo che si dovrebbe considerare , nel formulare un calendário di esame, intanto le condizioni climatiche e le altissime temperature degli ambienti scolastici prive di alcun tipo di apparecchio refrigerante , e la resistenza fisica e mentale di insegnanti e alunni. 

In questo modo la prova  orale perde nella qualità , ascoltare l’esposizione di un ragazzo dopo 10 ore di lavoro diventa veramente difficile.  Ovviamente vengono penalizzati , grazie a queste modalità , gli alunni ultimi in lista che si trovano a sostenere l’esame orale alle sette e mezza di sera, ultimi di una lunga lista formata persino da 25 alunni. 

Penso che si dovrebbe stabilire un tetto massimo di ore lavorative e , se necessario, utilizzare anche qualche giorno del mese di Luglio, non ci sarebbe niente di male. 

Spesso , queste turnazioni pazzesche vengono stabilite  dallo staff  dirigenziali per poter anticipare l’inutile chiusura anticipata della scuola a discapito di tutti , alunni , professori, personale ATA .”

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia