Esami recupero debiti scuola secondaria, dal 23 agosto. Supplenti richiamati in servizio e rimborso spese

Stampa

Gli alunni della scuola secondaria di II grado, per i quali è stato sospeso il giudizio nell’ambito delle operazioni di scrutinio finale a.s. 2020/21, in quanto hanno riportato una o più insufficienze, devono sostenere le relative verifiche ai fini dell’ammissione alla classe successiva. Quando va effettuata e a chi spetta la predetta verifica? I docenti con  contratto al 30/06 sono obbligati ad essere presenti? E quelli con contratto al 31/08? E’ previsto rimborso spese?

Valutazione finale

Ricordiamo che, nell’a.s. 2020/21, svoltosi ancora in emergenza pandemica, i consigli di classe hanno proceduto alla valutazione finale degli allievi decidendone l’ammissione/non ammissione alla classe successiva (nota del MI del 6 maggio 2021.), diversamente da quanto accaduto nel 2019/20, quando tutti gli studenti, compresi quelli della secondaria di II grado, sono stati “promossi” anche in presenza di insufficienze.

Il rispristino della “normativa ordinaria”, per la scuola secondaria di II grado, ha comportato la sospensione del giudizio finale per quegli studenti che presentavano insufficienze in una o più discipline (tali comunque da non pregiudicare l’ammissione alla classe successiva). Tali studenti, alla luce del DM n. 80/2007 e della seguente OM n. 92/2007, sono a breve chiamati a sostenere le verifiche in quelle materie in cui non hanno conseguito la sufficienza.

Chi svolge le verifiche

Ai fini dell’integrazione dello scrutinio finale, le verifiche:

  • sono svolte dal consiglio di classe, secondo il calendario definito dal collegio docenti;
  • sono condotte dai docenti delle discipline interessate con l’assistenza di altri docenti del medesimo consiglio di classe;
  • nel caso dell’Ed. Civica, sono affidate collegialmente a tutti i docenti che hanno impartito l’insegnamento nella classe, secondo il progetto d’istituto (nota 699/2021);
  • devono svolgersi entro il 31 agosto dell’a.s. di riferimento e comunque non oltre la data di inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo.

Composizione consiglio di classe

La composizione del consiglio di classe, in sede di integrazione dello scrutino finale, è la medesima di quella che ha operato in sede di scrutinio finale.

Nel caso in cui le operazioni di verifica e integrazione dello scrutinio finale abbiano luogo, in via eccezionale, dopo la fine dell’anno scolastico di riferimento (articolo 8, comma 6, dell’OM 92/2007):

  • ai componenti il consiglio di classe eventualmente trasferiti in altra sede scolastica o collocati in altra posizione o posti in quiescenza, è assicurato il rimborso delle spese;
  • ai docenti nominati fino al termine delle lezioni o dell’anno scolastico è conferito apposito incarico per il tempo richiesto dalle operazioni succitate.

In ogni caso, leggiamo nel suddetto articolo 8/6, un componente del consiglio di classe eventualmente assente va sostituito nominando un altro docente della stessa disciplina, secondo la normativa vigente.

Obbligo docenti trasferiti, in quiescenza e supplenti

Il Ministero, con la nota n. 7783/2008, riguardo ai docenti trasferiti ad altra sede scolastica o collocati in altra posizione ovvero posti in quiescenza, ha chiarito che gli stessi non sono obbligati ad accettare l’incarico per svolgere le operazioni sopra descritte, qualora le stesse si svolgano oltre il termine dell’a.s. di riferimento (nel nostro caso dopo il 31/08/2021).  In tal caso, ossia di mancata accettazione dell’incarico, si procede alla sostituzione.

Lo stesso dicasi per i docenti supplenti nominati sino al termine delle lezioni, al 30/06 ovvero al 31/08.

Sebbene non specificato nella nota, la possibilità di non accattare l’incarico per svolgere le verifiche e l’integrazione dello scrutinino finale, nel caso la predetta integrazione si svolga entro il 31/08:

  • si applica ai docenti non di ruolo nominati sino al termine delle lezioni o al 30/06, che possono decidere di non accettare l’incarico;
  • non è applicabile ai docenti non di ruolo nominati sino al 31/08, che sono invece tenuti a presenziare.

Evidenziamo che, in caso di legittimi e documentati motivi, resta ferma la possibilità di non presenziare alle verifiche e all’integrazione dello scrutinio finale per tutti i docenti del consiglio di classe.

Rimborso spese

Il rimborso spese è previsto:

  • nel caso in cui le verifiche e l’integrazione dello scrutinio finale avvengano dopo il termine dell’a.s. di riferimento e prima dell’inizio delle lezioni;
  • per i soli docenti di ruolo trasferiti ad altra sede scolastica o collocati in altra posizione ovvero posti in quiescenza, che accettano naturalmente l’incarico.

I supplenti, precedentemente nominati sino al termine delle lezioni o al 30/06, che accettano l’incarico, avranno la retribuzione dei giorni in cui sono impegnati, secondo quanto previsto dal vigente CCNL.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione