Esami Maturità, Skuola.net: “caccia lai commissari”, studenti utilizzeranno social per conoscerli

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Skuola.net – Uno dei momenti chiave di ogni esame di maturità è l’uscita delle liste con i nomi dei commissari esterni. Conoscerli è fondamentale: per capire chi sono, che carattere hanno, che voti mettono di solito. Per questo la frenesia tra gli studenti sta salendo. Gli studenti, però, hanno già pronta la strategia d’attacco per raccogliere più informazioni possibili una volta che quei nomi saranno noti. A dircelo più di mille maturandi che hanno risposto alla web survey di Skuola.net

Lo spirito investigativo contagia quasi tutti i ragazzi: 4 studenti su 5 si dichiarano interessati a sapere chi dovrà giudicarli tra poche settimane. Il 79% di loro si occuperà personalmente di scovare tutti i segreti dei commissari; i più pigri (21%) se li faranno passare dai compagni di classe. Ma in che modo procederanno? La tecnologia avanza ma le tradizioni resistono. Così il 42% dei maturandi cercherà informazioni online: il 18% navigando sui siti web per studenti, il 24% collegandosi a un social network, tra cui spicca Facebook, a cui si rivolgerà l’84% dei maturandi ‘social’. Quasi 1 su 3, però, continuerà ad affidarsi alle indiscrezioni che lasceranno filtrare i propri professori. Solo i più audaci, invece, andranno nelle scuole dove insegnano i commissari esterni per indagare (6%).

Prima di procedere, comunque, bisogna sapere che nomi cercare. Per averli, più di un terzo degli studenti (36%) attenderà che vengano pubblicati sul sito del Miur. Ma le scuole, di solito, li hanno in anteprima. Così 1 maturando su 4 manderà in avanscoperta i rappresentanti di classe per chiedere l’elenco in segreteria. E un altro 20% ci andrà personalmente. Solo un quinto, invece, dice di non badare più di tanto a chi troveranno in commissione d’esame.

Ma cosa cercano di sapere questi particolari “investigatori”? Al primo posto (32%) c’è la grande categoria delle curiosità: stranezze, fisse personali, tipo d’approccio alla propria materia, segni particolari. Molto importanti (28%), ovviamente, anche le domande più frequenti, che solitamente fanno ai loro studenti. La personalità interessa al 16% dei maturandi. Marginale appare, invece, la severità con cui mettono i voti: la tiene d’occhio il 13% dei ragazzi che tra meno di un mese dovranno affrontare i tanto temuti esami.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione