Esami Maturità 2017, Documento 15 maggio: istruzioni dati personali alunni da pubblicare. Nota Miur

WhatsApp
Telegram

Il Miur, con la nota n. 5396 del 17 maggio 2017, ha fornito indicazioni in merito al trattamento dei dati personali degli studenti nel documento del 15 maggio.

L’amministrazione richiama, in merito, l’attenzione sul rispetto delle indicazioni fornite dal Garante per la protezione dei dati personali, in modo da evitare indebite diffusioni dei predetti dati da parte delle scuole nel documento summenzionato.

Il documento del 15 maggio, si ricorda nella  nota, indica “i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati, gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che i consigli di classe ritengano utile e significativo ai fini dello svolgimento degli esami, con specifico riferimento alla terza prova e al colloquio. Il documento tiene conto, inoltre, delle modalità con le quali l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera è stato attivato con metodologia CLIL.”

Considerata la natura e il contenuto del documento, si deve evitare di inserire al suo interno atti e documenti che attengano a situazioni personali dei singoli alunni. Essi devono essere genericamente richiamati nel testo del documento, del quale costituiscono allegati riservati alla sola commissione.

In fase di pubblicazione e diffusione del Documenti, infine, bisogna oscurare eventuali passi del documento la cui pubblicazione configurerebbe una violazione dei principi sopra indicati.

nota

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO