Esami di maturità: costano, sono tutti promossi, non preparano all’Università. Aboliamoli, sei d’accordo?

Di
Stampa

Costano quasi 150 milioni di euro, il 99% dei candidati viene promosso, non è funzionale all'Università e al mondo del lavoro.

Costano quasi 150 milioni di euro, il 99% dei candidati viene promosso, non è funzionale all'Università e al mondo del lavoro.

Sono alcune delle argomentazioni che alcuni esperti del mondo della scuola hanno rilasciato all'ANSA per un articolo di critica all'esame di maturità.

Intanto i costi. Secondo Daniele Grassucci, i costi per gli esami sono eccessivi. Parliamo di circa 150 milioni di euro tra commissioni e membri esterni.

Vengono tutti promossi. Circa il  99% degli ammessi all'esame viene promosso: "tutto merito degli studenti italiani, troppo bravi per la maturità attuale?" Si chiede Mario Rusconi dell'ANP.

Le prove, inoltre, hanno una impostazione ottocentesca. Ad affermarlo sempre Rusconi che propone in alternativa al tema "un buon riassunto di un saggio o di un testo tecnico".

Per Roger Abravanel, invece, non serve né per l'Università, né per il mondo del lavoro, senza considerare che i risultati non rispecchiano quelli delle prove Invalsi.

Quindi cosa fare? Sei d'accordo per la loro abolizione?

 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!