Esami di Stato II grado. Quali cittadini stiamo maturando? Lettera

Stampa

Egr. Redazione,
sono un docente impegnato negli esami di maturità.

Nei giorni scorsi studenti che in occasione del colloquio orale ignoravano l’esistenza del parlamento e della costituzione italiana, che dichiaravano di votare “persone da mandare al Quirinale”, che non conoscevano l’esistenza di Auschwitz e dichiaravano che gli ebrei erano malati e omosessuali, sono stati promossi con voti alti, più o meno gli stessi voti di studenti che si sono impegnati nello studio e hanno rivelato capacità e competenze. Scrivo con amarezza e mi domando quali cittadini stiamo diplomando, che cosa rimane della scuola e dei valori.
prof. Agostino Roncallo

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur