Esami di Stato II grado, escluso alunno sorpreso a copiare seconda prova scritta

Stampa

Un candidato agli esami di Stato 2017, frequentante un liceo di Ascoli Piceno, non potrà proseguire le prove, in quanto escluso dagli esami stessi.

L’esclusione, come apprendiamo dal Corriere della Sera, deriva dal fatto che l’alunno è stato scoperto mentre copiava il compito di matematica inviatogli su WhatsApp.

L’alunno in questione ha commesso due infrazioni contemporaneamente: la prima consiste nel fatto che lo stesso avrebbe dovuto consegnare il telefono cellulare ai commissari; la seconda nel fatto di aver copiato il compito.

La commissione, composta da soli interni (come in tutte le zone colpite dal sisma), ha invalidato la prova e l’alunno non ha potuto proseguire gli esami, pur presentandosi, il giorno della terza prova, con un legale.

L’USR, nella persona dell’ispettore inviato a scuola, ha avallato la decisione di quest’ultima di non far proseguire gli esami al ragazzo.

La famiglia, intanto, si è rivolta ad un legale, probabilmente per intentare un ricorso.

Chi ha inviato il compito all’alunno? Si sospetta possa essere stata la madre dello stesso, insegnante di matematica presso il medesimo liceo. A riguardo, però, non è trapelata nessuna notizia o accusa da parte dei colleghi.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur