Esami di Stato I grado: insegnanti di religione o attività alternativa devono partecipare? Rischio prolungamento tempi esami

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’analisi della normativa aveva già portato la nostra redazione a prendere in considerazione i problemi che potranno derivare dalla partecipazione agli Esami di Stato della scuola secondaria di I grado anche dei docenti che insegnano religione cattolica e/o attività alternativa.

Si tratta di una problematica già affrontata dalla nostra redazione con un articolo a firma Giovanna Onnis, nel quale si affrontano le questioni normative.

L‘ANP ha chiesto dei chiarimenti sulla composizione delle commissioni degli Esami di Stato conclusivi del primo ciclo. Infatti, secondo il sindacato, lettura del d.lgs. 62/2017 lascerebbe intendere l’obbligatorietà del coinvolgimento dell’intero consiglio di classe, incluso l’insegnante di religione o do attività alternativa.

Se così fosse, il sindacato mette in evidenza come ciò comporterebbe problemi a livello organizzativo e di calendarizzazione, dato che i docenti IRC insegnano su molte classi e spesso in istituti diversi.

Versione stampabile
anief
soloformazione