Esami, Gilda: Ministra continua a prendere decisioni senza dialogo con i sindacati

Stampa

La ministra Azzolina continua imperterrita a prendere decisioni su questioni importanti e delicate senza alcun confronto e dialogo con i sindacati che rappresentano un milione di lavoratrici e lavoratori del mondo della scuola.

Ignorare l’interlocuzione con le organizzazioni sindacali significa ignorare le proposte e le istanze dei docenti, cioè di chi, lavorando ogni giorno a scuola, ne conosce più di chiunque le criticità e i punti di forza. E significa, dunque, privare la scuola di un contributo importante e qualificato. Una mancanza di cui la ministra Azzolina si assumerà una solitaria responsabilità”.

Così la Gilda degli Insegnanti commenta le disposizioni sugli esami di Maturità e della secondaria di primo grado annunciate dalla responsabile dell’Istruzione.

Maturità 2020: al via dal 17 giugno, in presenza con mascherina, 40 punti per il colloquio

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur