Esami di terza media, tornano le prove pre pandemia, SPECIALE: FaQ del Ministero e i nostri documenti

WhatsApp
Telegram

Esami alla fine del primo ciclo di istruzioni, tutto quello che c’è da sapere raccogliamo le FaQ del Ministero sulle novità di quest’anno, si ritorna all’esame completo, e tutti gli articoli e i documenti elaborati dalla nostra redazione.

Cosa cambia per gli esami di terza media

Come sarà suddiviso l’esame del primo ciclo 2022? Quali sono le differenze rispetto all’esame pre pandemia?
Tornano due prove scritte, accanto all’orale, e lo svolgimento in presenza. Tra i requisiti d’accesso non sono previste le prove Invalsi, inoltre non ci sono verifiche scritte sulle lingue straniere.

Come si svolgerà l’esame?
L’Esame si svolgerà in presenza, nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022.

Le prove si svolgeranno tutte in presenza?
Per i due scritti è prevista la presenza, per l’orale – in caso di documentata necessità – ci sarà modo di collegarsi anche da remoto.

In cosa consisteranno le prove scritte?
La prima prova punta a verificare le “competenze di italiano o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento”. Potrai scegliere tra tracce diverse:

  • un testo narrativo e descrittivo;
  • un testo argomentativo;
  • lettura e riassunto di un testo letterario, divulgativo o scientifico.

La seconda prova scritta punta ad accertare le competenze logico-matematiche.
Infine un colloquio, che verterà anche sulla lingua inglese, sulla seconda lingua comunitaria e sull’educazione civica. Per i percorsi a indirizzo musicale è previsto anche lo svolgimento di una prova pratica di strumento.

Come si calcola il voto finale?
Il voto è calcolato in decimi. L’esame è superato con un punteggio minimo di sei decimi.
Il voto finale può essere accompagnato dalla lode.

SCARICA ORDINANZA

Vedi anche

Esami di Stato del I Ciclo candidati privatisti, prove d’esame in videoconferenza, candidati assenti e sessioni suppletive: un esempio di circolare

I candidati privatisti sono ammessi all’esame di Stato, ai sensi dell’art. 3 del D.M. 741/2017 e sostengono l’esame di Stato con le modalità previste per i candidati interni. La commissione d’esame delibera, su proposta della sottocommissione, la valutazione finale che viene determinata dalla media dei voti attribuiti alle prove scritte ed al colloquio. Per frazioni pari o superiori a 0,5, il voto finale è arrotondato all’unità superiore. L’esame di Stato si intende superato se il candidato privatista consegue una valutazione finale di almeno sei decimi. Vai all’articolo

Esame di stato primo ciclo di istruzione: in allegato modelli di tabelle, griglie e criteri per la valutazione

Ai fini della determinazione del voto finale dell’esame di Stato per il I Ciclo di ciascun candidato, la sottocommissione procede preliminarmente a calcolare la media tra i voti delle singole prove scritte e del colloquio, senza applicare, in questa fase, arrotondamenti all’unità superiore o inferiore. Successivamente procede a determinare il voto finale, che deriva dalla media tra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio. Il voto finale così calcolato viene arrotondato all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5 e proposto alla commissione in seduta plenaria. L’esame di Stato si intende superato se il candidato raggiunge una votazione finale non inferiore a sei decimi. Vai all’articolo

Esame di stato primo ciclo di istruzione: esempio di articolazione delle tre prove da scaricare

In sede di scrutinio finale, gli alunni e le alunne frequentanti le classi terze della scuola secondaria di primo grado sono ammessi all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione con un voto espresso in decimi, attribuito, in base a quanto previsto dall’art. 6, comma 5 del D. Lgs 62/2017, considerando il percorso scolastico compiuto dall’alunno/a. L’O.M. n. 64 del 14.03.2022 definisce le modalità di espletamento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2021/2022, di seguito sintetizzato. L’esame di Stato si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022. Vai all’articolo

Riunione preliminare: tutti gli adempimenti. Calendario

L’organizzazione e lo svolgimento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 restano disciplinati dal DM n. 741/2017, come leggiamo nell’OM n. 64/2022, emanata dal Ministro dell’Istruzione, ai sensi dell’articolo 1, comma 956, della legge n. 234/2021. Vai all’articolo

Voto ammissione può essere meno di 6. Tracce prove, valutazione: tutto nelle SLIDE del Ministero

Tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022 si svolgono gli esami di terza media. Quest’anno si torna alle prove scritte, poi il colloquio. Il Ministero ha predisposto delle slide nelle quali vengono riepilogati i riferimenti normativi, i requisiti di ammissione, i criteri di valutazione. Vai all’articolo

Chi può sostituire il dirigente scolastico Presidente commissione in caso di assenza

Il dirigente scolastico di una scuola secondaria di primo grado può essere nominato presidente di commissione per l’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione. Chi lo sostituisce come presidente di commissione per l’esame di primo grado? Vai all’articolo

Alunni con disabilità e DSA: prove, misure compensative e dispensative, diploma. FAQ

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 è disciplinato dall’OM n. 64/2022 che, per gli alunni con disabilità e con DSA, rinvia al DM n. 741/2017. Ammissione, svolgimento prove, conseguimento diploma o attestato di credito formativo. FAQ Vai all’articolo

Un modello di circolare

L’O.M. 64 del 14 marzo 2022 interviene in deroga rispetto ad alcune disposizioni del D.lgs. n. 62/2017, che regola, di norma, l’impianto dell’esame conclusivo del secondo ciclo. Anche quest’anno sono presenti dunque misure di semplificazione, ma in numero limitato. Continua ad essere sospeso il requisito della partecipazione alle prove standardizzate nazionali per l’ammissione all’esame, anche se si procede al loro svolgimento in tutti i casi in cui la situazione pandemica lo consenta; è contemplata la possibilità che le operazioni della commissione ed il colloquio si svolgano in videoconferenza o in altre modalità telematica sincrona. Vai all’articolo

Colloquio: cosa accerta e come si articola. Quando a distanza

Il colloquio dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 è disciplinato dal DM n. 741/2017. Cosa accerta e in cosa consiste. Vai all’articolo

Attribuzione voto finale: come procedere. Esempi

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 consisterà in due prove scritte e una prova orale. Come sarà attribuito il voto finale? Vai all’articolo

Quali sono i casi di non ammissione. Voto in decimi tiene conto del percorso dei tre anni

Il Ministero dell’Istruzione, in attuazione di quanto disposto dall’articolo 1, comma 956 della legge n. 234/2021, ha pubblicato l’Ordinanza che disciplina l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22. Vai all’articolo

da quali docenti è composta la commissione

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 è disciplinato dall’ordinanza del Ministro dell’Istruzione n. 64/2022, emanata ai sensi dell’articolo 1, comma 956, della legge n. 234/2021. Commissione d’esame e sottocommissioni. Vai all’articolo

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur