Esami di terza media e maturità con la mascherina? Martedì il Tar del Lazio sarà chiamato a decidere

WhatsApp
Telegram

Martedì 7 giugno il Tar del Lazio sarà chiamato a decidere se gli esami di maturità e di terza media dovranno essere sostenuti dagli studenti indossando la mascherina.

Arriverà infatti alla discussione in camera di consiglio il ricorso amministrativo proposto dal Codacons per sollecitare la sospensione – e il successivo annullamento in sede di giudizio di merito – dell’ordinanza con la quale il Ministero della Salute il 28 aprile scorso ha disposto l’obbligo per gli studenti d’indossare la mascherina FFP2 negli ambienti scolastici.

“Domani il Tar deciderà se sospendere un provvedimento, quello sull’obbligo di mascherina a scuola, bocciato dagli stessi virologi, e che appare come un paradosso assurdo – spiega il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli, promotore del ricorso – Gli studenti infatti devono indossare la mascherina quando siedono distanziati sui banchi, ma possono ballare ammassati in discoteca senza alcuna protezione. Un atto quello del Governo senza alcun criterio scientifico, inutilmente punitivo per studenti e personale scolastico, e che appare ancor più grave considerato l’arrivo del caldo che trasforma l’uso obbligatorio della mascherina in un disagio evidente per gli studenti”.

Qualora il Tar dovesse accogliere le richieste “alunni e personale scolastico potranno trascorrere gli ultimi giorni in aula senza la mascherina, e anche gli esami di maturità e di terza media potranno essere svolti senza indossare alcun dispositivo di sicurezza”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur