Esami di Stato, una penna in mano da sempre è un’arma potente. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Daniela Cigni – Esami di stato ….Pronti partenza Via …… Ma saremo mai pronti? Forse non si può mai essere pronti di fronte ad un fato così avverso che da due anni condiziona le nostre vite. In questi giorni in particolare si dibatte sul prossimo esame di stato … prove scritte o maxi colloquio con tesina?

Ecco di nuovo la pandemia ci divide , si accendono discussioni….

Scrivere è comunicare, condividere, creare, raccontarsi a sè e agli altri, conoscersi …. Ma soprattutto scrivere è testimoniare , lasciare traccia delle nostre azioni positive e negative … scrivere è discutere , confrontare teorie , posizioni , denunciare ingiustizie …. Scrivere è libertà , possibilità di cambiare il mondo.

Le potenzialità della scrittura sono infinite ed una penna in mano da sempre è un’arma potente. Vogliamo privare i ragazzi di questa possibilità? Mi piacerebbe quest’ anno , più degli altri , leggere cosa pensano ,cosa sentono i miei alunni, come giudicano ciò che li circonda in un tema fatto a conclusione di un percorso come quello per un esame di stato che dovrebbe cercare di ricucire i danni fatti dalla pandemia dando voce a chi ha sofferto di più e che ha diritto di raccontarsi.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur