Esami di Stato, UDIR: anche i 4 mila Dirigenti degli istituti comprensivi potranno fare i Presidenti

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

comunicato Udir – I Dirigenti degli Istituti Comprensivi potranno presentare domanda fino al 12 aprile su Istanze Online senza più ricorrere al Tar.

La norma sugli esami

Il decreto 5222 del 26/3/19 – come si legge su Orizzonte Scuola – rende noti tempi e modi per presentare la domanda dei docenti per commissari esterni e presidente nelle commissioni di Esame di Stato scuola secondaria II grado dell’anno scolastico 2018/19: il termine ultimo, su Istanze Online, è il prossimo 12 aprile. Il calendario degli adempimenti tecnici e amministrativi si concluderà il prossimo 3 maggio, con la pubblicazione degli elenchi regionali dei presidenti da parte degli Uffici scolastici regionali.

I docenti – a tempo indeterminato e determinato – tenuti alla presentazione dell’istanza di nomina in qualità di commissario esterno dell’esame di Stato sono quelli in servizio in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico che insegnano, nell’ordine, nelle classi terminali e non terminali, discipline rientranti nelle indicazioni nazionali e nelle linee guida dell’ultimo anno dei corsi di studio.

Non sono tenuti a formulare la richiesta, invece, gli insegnanti di sostegno che hanno seguito durante l’anno scolastico candidati con disabilità, che partecipano all’esame di Stato; i docenti in situazione di disabilità o che usufruiscono delle agevolazioni della I. 104 del 1992, e che usufruiscono di semidistacco o semiaspettativa sindacale.

Potranno partecipare finalmente i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi esclusi ancora l’anno scorso fin quando Udir non ha deciso con l’avv. Patrizia Gorgo di impugnare la norma in tribunale e ha ammesso alcuni di essi alle presidenze.

Il commento del Presidente Udir

Marcello Pacifico, presidente Udir, sottolinea che “l’anno scorso a causa di limitazioni inaccettabili per le presidenze, il nostro ufficio legale, unico tra i sindacati dell’area della dirigenza, ha richiesto misure cautelari d’urgenza al Tar Lazio. Quest’anno non dovremmo assistere a ricorsi. Finalmente giustizia dopo l’unificazione dei ruoli.”

Lo scorso aprile Udir ha vinto tre ricorsi al Tar Lazio in sede cautelare, ottenendo l’ammissione di 10 dirigenti scolastici di istituti comprensivi alla presidenza. Superando discriminazioni e censurando restrizioni, attuate senza ragioni, dall’amministrazione scolastica, secondo la quale quei presidi non avrebbero potuto accedere alla presidenza delle Commissioni.

Versione stampabile
Argomenti: