Esami di Stato, quali docenti sono obbligati a presentare domanda

WhatsApp
Telegram

Abbiamo pubblicato in anteprima la bozza del decreto sulla composizione delle commissioni per gli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado per l’a.s. 2018/19, su cui è stato richiesto il parere del CSPI. 

I Commissari esteri sono nominati, tenuto conto del decreto Miur relativo alla scelta delle discipline affidate ai commissari esterni.

Le nomine avvengono in base al seguente ordine di precedenza:

a) docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado che insegnano – nell’ordine – nelle classi terminali e nelle classi non terminali;
b) docenti con rapporto di lavoro a tempo determinato fino al termine dell’anno scolastico di istituti statali d’istruzione secondaria di secondo grado che insegnano – nell’ordine –  nelle classi terminali e nelle classi non terminali;
c) docenti con rapporto di lavoro a tempo determinato sino al termine dell’attività didattica di istituti statali d’istruzione secondaria di secondo grado che insegnano – nell’ordine – nelle classi terminali e nelle classi non terminali;
d) docenti di istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado collocati a riposo da non più di tre anni scolastici, in considerazione dell’abilitazione posseduta,  qualora, al fine di assicurare la regolare costituzione e il funzionamento delle commissioni, dopo che siano stati nominati gli aventi titolo di cui alle lettere a), b), c), rimangano ancora delle nomine da effettuare;
e) docenti che, negli ultimi tre anni, abbiano prestato effettivo servizio almeno per un anno, con rapporto di lavoro a tempo determinato sino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche, in istituti statali d’istruzione secondaria di secondo grado e siano in possesso di abilitazione   all’insegnamento  di  discipline  comprese nelle classi di concorso afferenti ai programmi d’insegnamento dell’ultimo anno dei corsi della scuola secondaria di secondo grado.

Tra questi, solo i docenti che appartengono alle categorie d) ed e) hanno facoltà di presentare la domanda di partecipazione agli Esami di Stato.

Per tutti gli altri, quindi docenti a tempo indeterminato e supplenti con contratto al 30 giugno o 31 agosto (indipendentemente dalle ore di servizio) grava l’obbligo di presentazione della domanda.

Solo i docenti con contratto di lavoro part time hanno facoltà e non l’obbligo di presentare la domanda di partecipazione.

Una volta nominati non è consentito rifiutare l’incarico o abbandonarlo, salvo nei casi di legittimo impedimento.

Al momento non si hanno notizie su eventuali aumenti delle retribuzioni, ferme al 2007.

La bozza del decreto

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso