Esami di Stato: pagamento nello stipendio di agosto, mancano 171 euro

Stipendio agosto 2020: per numerosi docenti comprensivo del pagamento dello svolgimento degli Esami di Stato. Quest’anno l’impegno è stato minore per durata della sessione, ma non per stress dato il protocollo sicurezza da rispettare per l’emergenza.

Per questo il Ministero –  aveva anticipato a giugno il Sole 24Ore – avrebbe lasciato inalterati i compensi.

A fronte di un numero minore di giorni di impegno a scuola infatti si è voluto incentivare la partecipazione dei commissari, per i quali si è temuto un eventuale forfait dell’ultima ora.

La tabella dei compensi

Pagamento nello stipendio di agosto

Numerosi docenti hanno sì trovato un pagamento relativo agli Esami di Stato nello stipendio di agosto, ma in tutti i casi segnalati alla nostra redazione mancano 171 euro, la quota fissa.

Il mancato pagamento dei 171 euro degli esami di Stato, la quota fissa in pratica, che diversi docenti non hanno trovato in busta paga, è  dovuto alla mancata acquisizione di NOIPA, perché molto probabilmente le scuole non hanno provveduto a caricare la cifra su cooperazione applicativa.

Si tratta di un nuova procedura informatica che mette in connessione i dati di due portali di enti diversi, in questo caso il SIDI con NOIPA.

Infatti la cooperazione applicativa è un sottoportale di NOIPA, con cui vengono gestiti i contratti dei docenti: le scuole inserendo i contratti al SIDI o dati relativi a questi o a pagamenti, questi vengono trasmessi a NOIPA , velocizzando quindi l’acquisizione.

In questo caso non possiamo però che prendere atto di un ritardo.

Pagamento nello stipendio di settembre

I docenti che non hanno ricevuto quanto spettante nello stipendio di agosto, dovranno attendere settembre per la liquidazione.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia