Esami di Stato II grado, alternanza scuola-lavoro parte del colloquio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’esame di maturità, nel corrente anno scolastico, presenta diverse novità introdotte dal D.lgs. 62/2017.

Tra le novità apportate ricordiamo quelle relative alla prova orale che, stando alla riforma, si svolgerà nella maniera di seguito illustrata.

Prova orale

I candidati, su proposta della commissione, devono:

  • analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi affinché la medesima (commissione) verifichi l’acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità argomentativa e critica del candidato;
  • esporre, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l’esperienza di alternanza scuola-lavoro.

Alternanza scuola-lavoro

L’alternanza scuola lavoro, come già riferito, non costituirà per il 2018/19 uno dei requisiti d’ammissione, come previsto dal succitato decreto, in quanto la legge n. 108/2018 ha prorogato lo svolgimento della stessa quale requisito d’accesso all’esame al 1° settembre 2019.

L’alternanza, tuttavia, sarà oggetto del colloquio da parte dei candidati, come previsto nel summenzionato decreto n. 62/2017. La conferma è arrivata dallo stesso Bussetti, nel corso dell’intervista rilasciata a Skuola.net.

L’intervista:

Versione stampabile
anief
soloformazione