Esami di Stato e docenti di sostegno: evitare ricorsi per violazione del diritto allo studio degli alunni disabili

di Lalla
ipsef

red – Salvatore Nocera, responsabile area normativo-giuridica dell’Osservatorio scolastico sull’integrazione dell’Aipd, propone delle osservazioni sui diritti e doveri dei docenti di sostegno agli Esami di stato

red – Salvatore Nocera, responsabile area normativo-giuridica dell’Osservatorio scolastico sull’integrazione dell’Aipd, propone delle osservazioni sui diritti e doveri dei docenti di sostegno agli Esami di stato

Le osservazioni riguardano la facoltà, per il docente di sostegno, di presentare domanda in qualità di commissario esterno "se prima di svolgere attività di sostegno, sia stato in una delle condizioni indicate dall’articolo 6 del decreto ministeriale 6/2007"

Nocera giudica "corretta la norma, per evitare una disparità di trattamento tra docenti di sostegno e docenti curriculari, se il docente di sostegno non segue alunni che devono sostenere l’esame di maturità. Nel caso in cui il docente di sostegno abbia alunni che devono sostenere l’esame di maturità, è strano che essi possano scegliere di "abbandonare" gli studenti che hanno seguito durante l’anno per essere nominati come presidenti o membri esterni in altre commissioni"

L’articolo 17 di tutte le ordinanze ministeriali sugli esami di maturità stabilisce infatto che " l’alunno con disabilità ha diritto a essere assistito durante gli esami dalla persona che lo ha seguito durante l’anno scolastico" A

Secondo Nocera sarebbe quindi auspicabile una modifica delle circolari ministeriali sugli Esami di Stato, per evitare una violazione del diritto allo studio per gli alunni con disabilità nel caso in cui dovesse trovarsi nella situazione di essere "abbandonato" dal proprio docente di sostegno durante l’esame.

L’articolo originale

Guida Docente di sostegno ed esame di stato

Versione stampabile
anief
soloformazione