Esami di maturità, i 55 anni da soli non bastano per essere esonerati. Chiarimenti USR

Stampa

L’USR Emilia Romagna ha pubblicato una nota di chiarimento relativamente ai lavoratori fragili. In particolare, la nota chiarisce il caso dei lavoratori che hanno una età dai 55 anni in su.

Nella nota si legge, infatti, che l’età non rappresenta un “automatismo” per essere considerati lavoratori a rischio e quindi da poter essere esonerati dagli esami di Stato.

Per quanto riguarda la condizione di “lavoratore fragile” ovvero di lavoratore maggiormente esposto a rischio contagio:

  1. non configurandosi alcun automatismo fra caratteristiche anagrafiche e di salute del lavoratore e sua condizione di fragilità, occorre procedere alla valutazione di ciascun singolo caso;
  2. spetta al lavoratore farsi parte diligente per l’attivazione delle tutele disposte dall’articolo 83, Decreto-Legge 34/2020, segnalando e documentando al datore di lavoro l’eventuale propria fragilità rispetto alla pandemia in corso, in generale dovuta a situazioni cliniche non correlabili all’ordinaria attività professionale di cui, pertanto, il datore di lavoro medesimo non è tenuto ad essere a conoscenza;
  3. il datore di lavoro coinvolge il medico competente per la valutazione della condizione di fragilità del singolo lavoratore che si sia fatto parte diligente;
  4. il medico competente, a seguito delle proprie valutazioni e della  documentazione di cui sopra prodotta dal lavoratore, suggerisce al datore di lavoro le eventuali ulteriori misure di precauzione specifiche per il singolo lavoratore; questo fino al termine dell’emergenza connessa alla pandemia da COVID-19, al momento fissata al 31 luglio 2020.

Scarica nota

Scarica in approfondimento tecnico dell’USR

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!