Esame terza media, elaborato: il colloquio, cosa fa l’alunno, cosa la famiglia e il Consiglio di classe. Se l’alunno è assente?

Come è noto, l’Ordinanza ministeriale n. 9 del 16 maggio 2020, all’art. 4 prevede che “il consiglio di classe dispone un momento di presentazione orale degli stessi, in modalità telematica”.

La nota del Ministero dell’Istruzione n. 8464 del 28 maggio 2020 prevede inoltre che “In relazione alla presentazione dell’elaborato di cui all’articolo 4, si precisa che questa deve avvenire alla presenza dell’intero consiglio di classe, presieduto dal coordinatore di classe; l’ordinanza non preclude ai docenti la possibilità di porre al candidato domande di approfondimento sull’elaborato stesso, mentre è esclusa la possibilità di procedere a qualsiasi forma di interrogazione sulla programmazione delle singole discipline. Si raccomanda comunque ai dirigenti scolastici di operare una calendarizzazione che non precluda agli alunni delle classi non terminali di continuare nelle attività di didattica a distanza. Le operazioni relative alla presentazione degli elaborati sono opportunamente verbalizzate. Ci serviremo, in questa analisi del supporto del Dirigente scolastico la professoressa Giovanna Cantile, a guida dell’ICS Istituto Comprensivo N.9 di Bologna che, in una sua puntualissima circolare, traccia ogni passaggio relativo alla presentazione dell’elaborato ai sensi dell’ordinanza Ministeriale citata. Su tratta, lo ripetiamo, di un vademecum organizzativo.

La presentazione dell’elaborato

Le indicazioni operative per la presentazione dell’elaborato, disposte dalla efficiente preside Giovanna Cantile prevedono che:

a) L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe, e potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico- pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

b) Gli alunni delle Classi Terze dovranno consegnare il proprio elaborato entro il 6 giugno 2020.

c) Gli alunni condivideranno la tesina d’esame su Drive con tutti i docenti del Consiglio di Classe utilizzando la casella di posta istituzionale. Gli studenti che troveranno difficoltà con l’invio del loro elaborato potranno consegnarlo al coordinatore di classe che provvederà a condividerlo con gli altri docenti.

Gli alunni con bisogni educativi speciali potranno inviare il loro elaborato (con le modalità a loro più semplici) all’insegnante di sostegno della classe che avrà cura di condividerla con il CdC.

d) Per gli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento (con certificazione o senza) l’assegnazione dell’elaborato e la valutazione finale sono effettuate sulla base, rispettivamente, del Piano Educativo Individuale e del Piano Didattico Personalizzato.

e) Si invitano gli insegnanti a non assegnare compiti agli alunni delle Classi Terze durante l’ultima settimana di scuola, in quanto impegnati nella preparazione della tesina.

f) Per consentire la piena valorizzazione e una più attenta valutazione degli elaborati il consiglio di classe, a partire dal 10 giugno 2020, disporrà un calendario giornaliero di presentazione orale degli stessi, in modalità telematica che verrà pubblicato anche sul sito della scuola nella sezione Esami di Stato.

I colloqui

I colloqui, fa presente nella circolare, il DS Giovanna Cantile, si svolgeranno attraverso l’applicazione Meet utilizzando il link di classe. Data la modalità telematica del colloquio, tutti gli alunni e le famiglie dovranno verificare di avere gli strumenti necessari:

1) un dispositivo con videocamera/webcam;

2) auricolari o cuffie con microfono funzionanti;

3) connessione affidabile.

Assenze di alunni

h) Se un alunno, nel giorno del colloquio, dovesse risultare assente PER GRAVI E DOCUMENTATI MOTIVI, è previsto lo svolgimento del colloquio in una data successiva, comunque precedente alla data degli scrutini (OM 9/2020, art.4 c.5). Per poter stabilire una data e un orario per il recupero della prova, il genitore/tutore dovrà contattare il prima possibile:

– l’Ufficio della Dirigente Scolastica;

– il Coordinatore di Classe.

Difficoltà di connessione

Ha pensato davvero a tutto la dirigente scolastico dell’ICS Istituto Comprensivo N.9 di Bologna, prevedendo che per gli alunni con difficoltà di connessione e/o con dispositivi non adeguati sarà allestita una postazione presso la sede centrale dell’Istituto.

In tal caso il candidato sarà introdotto nei locali seguendo il seguente protocollo di sicurezza:

• Dovrà presentarsi munito di mascherina e guanti;

• Gli eventuali accompagnatori dovranno sostare nell’area esterna all’edificio;

• Il CS in servizio rileverà la temperatura corporea e nel caso questa superasse i 37.5 C° il candidato non potrà essere ammesso nei locali;

• Sarà predisposta un’aula dotata di strumentazione digitale e di connessione che verrà sanificata ad ogni turno di colloquio.

• La presentazione sarà assistita dalla presenza della D.S o suo delegato.

Alunni assenti

Nel caso di assenza anche alla sessione suppletiva, il consiglio di classe procederà comunque alla valutazione dell’elaborato. A tal proposito si riporta l’art. 4 c. 4 dell’O.M. n.9 del 16.05.2020: “Per gli alunni risultati assenti alla presentazione orale di cui al comma 1, per gravi e documentati motivi, il dirigente scolastico, sentito il consiglio di classe, prevede ove possibile lo svolgimento della presentazione in data successiva e, comunque, entro la data di svolgimento dello scrutinio finale della classe. In caso di impossibilità a svolgere la presentazione orale entro i termini previsti, il consiglio di classe procede comunque alla valutazione dell’elaborato inviato dall’alunno, secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 2”.

I coordinatori delle classi in cui si dovesse verificare tale eventualità avranno cura di predisporre tutti gli adempimenti necessari al fine di consentire il colloquio.

Per gli alunni risultati assenti alla presentazione orale per gravi e documentati motivi, il dirigente scolastico, sentito il consiglio di classe, provvederà ove possibile lo svolgimento della presentazione in data successiva e, comunque, entro la fine delle operazioni di valutazione. In caso di impossibilità assoluta a svolgere la presentazione orale entro i termini previsti, il consiglio di classe procederà comunque alla valutazione dell’elaborato inviato dall’alunno secondo la griglia di valutazione di riferimento.

I compiti

Si indicano, di seguito, i possibili compiti del coordinatore della classe:

  • contattare le famiglie per comunicare la data e l’ora del colloquio;

  • creare l’invito per ogni singolo alunno per l’accesso alla piattaforma;

  • comunicare alle famiglie che i colloqui prevedono turni di 15 minuti per il colloquio;

  • creare un invito per ogni sessione di colloqui;

  • verbalizzare le operazioni di presentazione del colloquio;

  • assicurare il rispetto dei tempi previsti per la presentazione.

Cosa farà l’alunno

L’alunno/a:

  • deve presentarsi puntuale all’invito, con idoneo abbigliamento, non oscurare la propria immagine in segno di rispetto per il consiglio di classe per tutta la durata della sessione e, tenuto conto del valore istituzionale dell’incontro, non inoltrare l’invito ad altri, non videoregistrare il e parlare quando il consiglio di classe gli consentirà di parlare. la funzione microfono sarà disabilitata;

  • l’elaborato sarà presentato in un tempo congruo a sua disposizione di 10 minuti.

Cosa farà la famiglia

La famiglia:

  • manifesterà il proprio consenso all’utilizzo della mail proprie o quelle del figlio/a;

  • verificherà la funzionalità della propria strumentazione digitale;

  • avrà cura di vigilare che il proprio figlio durante il colloquio;

  • presenzierà alla presentazione dell’elaborato;

  • non potrà registrare né il colloquio dei figli.

Tante novità ma, ne siamo certi, una grande sperimentazione utilizzabile nel futuro.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia