Esame terza media 2021, assegnazione tematica ed elaborato: chi fa che cosa. Primo adempimento entro il 7 maggio [FAQ]

Stampa
esame di stato maturità

Esame di stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21, elaborato alunni: in cosa consiste, su cosa va redatto, quando va consegnato al consiglio di classe, compiti dei docenti. Le nostre FAQ

D. In cosa consiste l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21?

R. L’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21 consiste in una sola prova orale e prevede la realizzazione e la presentazione da parte degli alunni di un elaborato, che andrà consegnato prima degli esami ed esposto in tale sede.

D. L’esame si svolge in presenza oppure a distanza?

R. L’esame si svolge in presenza, tuttavia potrebbe svolgersi in video conferenza o in altra modalità sincrona a distanza, nel caso in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano oppure nel caso in cui il dirigente scolastico (prima dell’inizio della sessione d’esame) o il presidente di commissione (successivamente all’inizio della sessione d’esame) ravvisi l’impossibilità di applicare le eventuali misure di sicurezza stabilite, in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle disposizioni ad essa correlate.

D. La modalità a distanza è prevista anche per singoli alunni?

R. Sì, nel caso di candidati degenti in ospedale o in luoghi di cura o perché impossibilitati lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame.

D. La disposizione summenzionata riguarda anche i docenti o meglio i membri della commissione/sottocommissione?

R. Sì, ma solo se impossibilitati a seguire i lavori in presenza, inclusa la prova d’esame, in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica.

D. Quando si svolge l’esame?

R. L’esame si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2021, salvo diversa disposizione connessa all’andamento della situazione epidemiologica.

D. Qual è il primo adempimento, relativo all’esame, che il consiglio di classe deve svolgere? 

R. Il primo adempimento riguarda l’assegnazione agli alunni di una tematica sulla quale svolgere l’elaborato.

D. Quando dovrà avvenire l’assegnazione della tematica?

R. La tematica va assegnata agli alunni dal consiglio di classe entro il 7 maggio 2021.

D. Nell’assegnazione della tematica il consiglio di classe deve rispettare delle condizioni?

R. Sì, la tematica da assegnare va condivisa con ciascun alunno e il consiglio deve tener conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza di ciascuno e del fatto che la stessa (tematica) consenta l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nel percorso di studi sia in contesti di vita personale.

D. In cosa consiste l’elaborato? E’ prevista una tipologia determinata?

R. L’OM n. 52/2021 offre diverse possibilità di scelta, per cui l’elaborato può essere realizzato sotto forma di: testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

D. Quante discipline deve coinvolgere? 

R. Ciò dipende dalla tematica assegnata e, non caso, l’OM prevede che può coinvolgere una o più discipline.

D. Gli alunni possono essere aiutati dai docenti del consiglio di classe nella realizzazione dell’elaborato? 

R. I docenti devono aiutare gli alunni; nello specifico devono seguirli, suggerendo loro anche la forma di elaborato ritenuta più idonea a ciascuno di essi, devono supportarli nella realizzazione degli elaborati, guidandoli e consigliandoli, e devono restare a disposizione degli stessi (allievi) dalla data di assegnazione della tematica sino alla consegna dell’elaborato.

D. Quando e come va consegnato l’elaborato?

R. Gli alunni tramettono l’elaborato al consiglio di classe, entro il 7 giugno2021, in modalità telematica o in altra idonea modalità concordata.

D. Come si svolge l’esame per gli alunni con disabilità e con DSA certificati?

R. Sarà lo stesso previsto per tutti gli altri allievi. Naturalmente l’assegnazione della tematica e la realizzazione dell’elaborato, la prova orale e la valutazione finale sono definite sulla base rispettivamente del piano educativo individualizzato e del piano didattico personalizzato (a tale argomento dedicheremo apposite FAQ).

D. Come si valuta l’elaborato?

R. L’elaborato non va valutato separatamente ma nell’ambito della prova orale, sulla base dei criteri definiti dalla commissione. La commissione, dunque, nella riunione preliminare, in fase di definizione dei criteri di valutazione della prova orale, deve fare in modo che gli stessi (criteri) ricomprendano la valutazione dell’elaborato.

D.  Quali sono tutti gli adempimenti prima, durante e dopo lo svolgimento del colloquio da parte degli alunni?

R. Questi tutti gli adempimenti previsti:

  • assegnazione della tematica dell’elaborato, che gli alunni dovranno realizzare e presentare, da parte del consiglio di classe a ciascuno studente entro il 7 maggio 2021;
  • supporto dei docenti agli allievi nella realizzazione dell’elaborato e nella scelta della forma che lo stesso dovrà avere;
  • trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato da parte degli studenti entro il 7 giugno 2021;
  • scrutinio finale per delibera ammissione all’esame e attribuzione relativo voto in decimi;
  • insediamento della commissione d’esame;
  • svolgimento esame: prova orale a partire dalla presentazione dell’elaborato;
  • valutazione finale.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur