Esame secondaria I grado 2021, modello circolare e guida completa in PDF

Stampa

Esame di stato conclusivo del primo ciclo id istruzione a.s. 2020/21, pubblichiamo un altro esempio di circolare illustrativa riguardante tutti gli adempienti da svolgere: dall’assegnazione della tematica alla valutazione finale.

Circolare

In vista degli scrutini finali delle classi III della scuola secondaria di primo grado e del successivo esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21, si forniscono indicazioni e istruzioni operative volte ad illustrarne adempimenti, procedure e tempistica.

PREMESSA

Gli esami di Stato delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, a causa della pandemia ancora in atto, per il solo a.s. 2020/21, sono disciplinati dall’Ordinanza Ministeriale n. 52/2021, emanata ai sensi della legge n. 178/2020 e che deroga a quanto previsto dal D.lgs. 62/2017, rinviando al medesimo per quanto compatibile con la stessa.
La nuova e transitoria formula dell’esame prevede che lo stesso consti di una sola prova orale, per cui non si svolgono le prove scritte, e che non costituiscono requisito d’ammissione lo svolgimento delle prove nazionali di Italiano, Matematica e Inglese.

QUADRO DI SINTESI ADEMPIMENTI

ASSEGNAZIONE TEMATICA

Il consiglio di classe, entro il 7 maggio 2021, assegna ad ogni alunno una tematica, su cui ciascuno realizza l’elaborato da presentare in sede d’esame.  L’assegnazione della tematica è preceduta da una fase di condivisione della medesima tra alunni e docenti e deve essere effettuata tenendo conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza di ciascun allievo e del fatto che la stessa (tematica) consenta l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nel percorso di studi sia in contesti di vita personale.

I docenti del consiglio di classe sono tenuti a supportare gli studenti, anche nella scelta della forma dell’elaborato da realizzare, dall’assegnazione della tematica sino alla consegna dell’elaborato. Il supporto può essere fornito in presenza ovvero a distanza, secondo le modalità che ciascun consiglio di classe ritiene più opportune in riferimento all’utenza.

Il consiglio di classe assegnerà la tematica inviandola tramite email a ciascun alunno ovvero con altra modalità ritenuta più idonea.

 ELABORATO

L’elaborato che gli alunni devono predisporre, consegnare e presentare in sede d’esame, può consistere in un testo scritto, una presentazione anche multimediale, una mappa o un insieme di mappe, un filmato, una produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

L’elaborato può coinvolgere una o più discipline e va trasmesso al consiglio entro il 7 giugno 2021, in modalità telematica: gli alunni invieranno un’email con allegato l’elaborato all’indirizzo di posta  elettronica della scuola ovvero secondo altra modalità ritenuta più idonea in base all’utenza.

CALENDARIO OPERAZIONI D’ESAME

Il calendario delle operazioni d’esame, definito dal dirigente che lo comunica al collegio docenti, sarà prossimamente definito dal dirigente scolastico e comunicato al collegio docenti. Nello specifico, il dirigente fisserà le date relative a: riunione preliminare della commissione; prova orale; eventuali prove suppletive.

SCRUTINIO FINALE

In sede di scrutinio finale, i consigli di classe procederanno all’ammissione o non ammissione all’esame degli alunni, all’attribuzione del voto di ammissione e alla redazione della certificazione delle competenze.

Ammissione o non ammissione all’esame

Sono ammessi all’esame gli alunni che: abbiano frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, definito dall’ordinamento della scuola secondaria di primo grado, fatte salve le eventuali motivate deroghe deliberate dal collegio dei docenti, anche con riferimento alle specifiche situazioni dovute all’emergenza epidemiologica; non siano incorsi nella sanzione disciplinare della non ammissione all’esame di Stato prevista dall’articolo 4, commi 6 e 9bis, del decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249.

Pur in presenza dei summenzionati requisiti, il consiglio di classe può deliberare la non ammissione all’esame di Stato nei casi in cui l’alunno non abbia acquisito del tutto o abbia acquisito parzialmente i livelli di apprendimento previsti in una o più discipline, facendo riferimento ai criteri definiti dal collegio docenti e inseriti nel PTOF della scuola.

Attribuzione voto ammissione

Il voto di ammissione va espresso in decimi senza frazioni decimali, tiene conto del percorso scolastico triennale dell’alunno e deve essere attribuito in base ai criteri definiti dal collegio docenti e inseriti nel PTOF. Nel caso di ammissione in presenza di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, il voto può essere anche inferiore a sei decimi.

Certificazione delle competenze

In sede di scrutinio finale, il consiglio di classe procede alla compilazione della certificazione delle competenze, utilizzando il modello nazionale adottato con DM 742/2017 (Allegato B).

La certificazione, che sarà integrata dalle due sezioni redatte dall’Invalsi (per gli alunni che hanno svolto le prove) va rilasciata ai soli alunni che superano l’esame di Stato.

Il modello nazionale va utilizzato anche per gli studenti con disabilità, accompagnato, laddove necessario, da una nota esplicativa che rapporti il significato degli enunciati concernenti, le competenze del profilo dello studente agli obiettivi specifici del piano educativo individualizzato (PEI). Per approfondire leggi qui

Tempistica

Per il corrente anno scolastico è prevista la possibilità di svolgere gli scrutini prima del termine delle lezioni, a partire dal 1° giugno 2021, come da bozza dell’OM inviata dal Ministero dell’Istruzione al CSPI. Le date degli scrutini, pertanto, saranno fissate non appena sarà pubblicata la predetta Ordinanza.

COMMISSIONE E SOTTOCOMMISSIONI

In ogni istituzione scolastica è costituita la commissione d’esame, presieduta dal dirigente scolastico o da un suo delegato e di cui fanno parte tutti i docenti del consiglio di classe (classi terze).

La commissione si articola in sottocommissioni per ciascuna classe terza, composte dai docenti dei singoli consigli di classe.

Ogni sottocommissione individua al suo interno un docente coordinatore, ognuno dei quali è delegato dal Presidente a sostituirlo nei lavori della propria sottocommissione in caso di assenza temporanea o contestuale impegno presso altra sottocommissione.

 RIUNIONE PRELIMINARE

In sede di riunione preliminare la commissione definisce: gli aspetti organizzativi delle attività delle sottocommissioni determinando, in particolare, l’ordine di successione delle classi per i colloqui e il numero giornaliero di alunni che sostiene la prova orale; i criteri di valutazione della prova d’esame, che devono ricomprendere la valutazione dell’elaborato ed essere coerenti con il profilo finale dello studente, con gli obiettivi e i traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali come declinati nel curricolo di istituto e nella programmazione dei consigli di classe, con particolare attenzione alla valutazione delle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, nonché al livello di padronanza delle competenze di educazione civica, delle competenze di lingua italiana, logico-matematiche e nelle lingue straniere; le modalità organizzative per lo svolgimento della prova d’esame per gli alunni con disabilità e/o con disturbo specifico di apprendimento certificati; i criteri per l’attribuzione della lode, tenuto conto di quanto previsto dall’OM medesima: “La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità della commissione, in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio e agli esiti della prova d’esame”. 

SVOLGIMENTO ESAME

L’unica prova che gli alunni devono sostenere, nell’ambito dell’esame di Stato a.s. 2020/21, è la sola prova orale, con la presentazione dell’elaborato predisposto dagli stessi e trasmesso al consiglio di classe entro il 7 giugno 2021.

La prova orale, partendo dalla presentazione dell’elaborato, deve accertare il livello di padronanza degli obiettivi e dei traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali come declinati nel curricolo di istituto e nella programmazione specifica dei consigli di classe (eventualmente rimodulate in relazione alla situazione determinata dall’emergenza epidemiologica). In particolare, per ciascun allievo, si devono accertare: le capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi e di pensiero critico e riflessivo; il livello di padronanza della lingua italiana, delle competenze logico matematiche, delle competenze nelle lingue straniere e delle competenze di educazione civica.

 VALUTAZIONE FINALE

Commissione e sottocommissioni, una volta terminate le prove orali, procedono alla valutazione finale e all’attribuzione del relativo voto, ciascuno secondo le proprie competenze. Sintetizzando: la sottocommissione valuta la prova d’esame; la sottocommissione formula la proposta di voto finale per ciascun alunno; la commissione delibera il voto finale per ciascun alunno.

Il voto finale in decimi scaturisce dalla media aritmetica tra il voto di ammissione e il voto della prova d’esame. La media è arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5.

L’esame è superato con la votazione di almeno sei decimi.

La valutazione finale può essere accompagnata dalla lode, per la cui attribuzione si deve tener conto delle valutazioni conseguite nel triennio e della prova d’esame, sulla base dei criteri definiti dalla Commissione d’esame ovvero precedentemente definiti dal collegio docenti, inseriti nel PTOF e ripresi dalla medesima Commissione. In tal caso la deliberazione della Commissione deve essere all’unanimità.

ESAMI ALUNNI CON DISABILITA’

Per gli alunni con disabilità e con DSA l’assegnazione dell’elaborato, la prova orale e la valutazione finale sono definite rispettivamente sulla base del piano educativo individualizzato (PEI) e del piano didattico personalizzato (PDP).  Per approfondire leggi qui

Circolare esami di Stato primo ciclo 2020/21 in PDF

Guida

L’altro modello di circolare proposta nell’articolo di Antonio Fundarò:

Esame di Stato terza media: scarica guida e circolare su modalità di svolgimento per l’anno scolastico 2020-2021

Guida

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur