Esame III media 2021, modalità svolgimento, valutazione prova orale e valutazione finale. FAQ

Stampa

Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a.s. 2020/21: svolgimento in presenza o a distanza. Valutazione prova d’esame (orale) e valutazione finale: compiti della commissione e della sottocommissione.  FAQ

Svolgimento esame

D. Quando si svolge l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione?

R. L’esame si svolge in presenza tra il termine delle lezioni e il 30 giugno, salvo eventuali disposizioni dell’autorità sanitaria che potrebbero prevederne lo svolgimento a distanza.

D. In quali casi l’esame può svolgersi a distanza?

R. Al riguardo è necessaria una distinzione, in quanto lo svolgimento in video conferenza o in altra modalità sincrona a distanza può essere predisposta per: singoli candidati, singoli commissari; una o più scuole; tutti gli studenti delle varie scuole italiane.

Singoli alunni

Possono svolgere la prova d’esame a distanza gli alunni degenti in ospedale o in luoghi di cura ovvero impossibilitati a lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame, anche in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica. In tal caso, gli interessati o meglio chi ne esercita la responsabilità genitoriale inoltrano motivata richiesta, corredata di idonea documentazione, al dirigente scolastico (prima che inizi la sessione d’esame) ovvero al presidente di commissione (successivamente all’inizio della sessione d’esame) i quali,  ricevuta la richiesta, dispongono lo svolgimento della prova d’esame in videoconferenza o in altra modalità telematica sincrona.

Singoli commissari

La partecipazione all’esame in modalità telematica sincrona è contemplata anche per singoli commissari, qualora impossibilitati a seguire i lavori in presenza (inclusa la prova d’esame), in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica. Il presidente di commissione, ricevuta la relativa comunicazione, dispone la partecipazione degli interessati in videoconferenza o in altra modalità telematica sincrona.

Singole scuole 

Lo svolgimento dell’esame in modalità telematica sincrona può riguardare anche uno o più scuole, nel caso in cui il dirigente scolastico ovvero il presidente della commissione rilevino l’impossibilità di applicare le eventuali misure di sicurezza stabilite da specifici protocolli nazionali di sicurezza per la scuola, in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle disposizioni ad essa correlate. Tale impossibilità va comunicata all’USR di competenza per le conseguenti valutazioni e decisioni.

Intero territorio nazionale

La prova potrebbe svolgersi a distanza anche sull’intero territorio nazionale, nel caso in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano. 

D. Nelle sezioni carcerarie è possibile che l’esame si svolga a distanza?

R. Sì, tale modalità di svolgimento dell’esame è prevista anche per le sezioni carcerarie, nei casi in cui risulti impossibile svolgere lo stesso (esame) in presenza.

Valutazione prova orale

D. La valutazione della prova orale a chi spetta?

R. La valutazione della prova d’esame, ossia dell’orale, è di competenza della sottocommissione, che deve attenersi ai criteri di valutazione definiti dalla commissione, in sede di riunione preliminare. 

D. L’elaborato, che gli alunni espongono nel corso dell’esame, va valutato a parte?

R. L’elaborato non va valutato separatamente ma nell’ambito della prova orale, sulla base dei criteri definiti dalla commissione. La commissione, dunque, nella riunione preliminare, in fase di definizione dei criteri di valutazione della predetta prova, deve fare in modo che gli stessi (criteri) ricomprendano la valutazione dell’elaborato. Al riguardo, il Ministero ha fornito un ulteriore chiarimento con un’apposita FAQ: L’elaborato è oggetto di una valutazione separata?  No; spetta alle commissioni d’esame, ai sensi dell’articolo 4 comma 1, la definizione dei criteri di valutazione della prova d’esame, comprensiva dell’elaborato.

Valutazione finale

D. A chi spetta la valutazione finale degli alunni? Alla commissione o alla sottocommissione?

R. La sottocommissione, valutata la prova orale, procede a formulare la proposta di valutazione finale, che sarà deliberata dalla commissione. Ricordiamo che, in caso di proposta di lode, la delibera della commissione deve essere all’unanimità. 

D. Come si attribuisce la valutazione finale? 

R. Il voto finale in decimi scaturisce dalla media tra il voto di ammissione e il voto della prova d’esame. La media è arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5. Il Ministero ha chiarito che si tratta di una media esclusivamente aritmetica tra i due voti e che è esclusa la possibilità di effettuare una media ponderata.

Esempio alunno con voto di ammissione 9 e voto prova esame 10-> media9 (voto ammissione) + 10 (voto esame)/2= 19:2= 9,50; si arrotonda all’unità superiore -> 10/10 valutazione finale. 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur