Esame di Stato in presenza, Snals: Chi fornirà al personale attrezzature anticontagio? Quali effetti per spostamenti docenti da altre regioni?

di redazione

item-thumbnail

comunicato Snals  – La Ministra  al question time alla Camera ha confermato che l’esame di stato si farà in presenza.

Lo Snals-Confsal su questa scelta ribadisce la sua assoluta contrarietà e chiede alla Ministra come pensa di risolvere i problemi che si porranno.

Le domande sono:

– chi sanificherà le scuole ?

– Chi provvederà a dotare il personale ata di idonee attrezzature anti-contagio ?

– Esiste un programma adeguato di formazione per contenere i rischi da contagio covid-19 ?

– Ha previsto cosa comporterà, in termini di spostamenti, il raggiungimento delle sedi di lavoro da parte dei docenti residenti in altre regioni?

– Perché l’Università ha consentito e consente gli esami di laurea a distanza mentre si pone un veto invalicabile agli esami di stato a distanza?

– Le ricorda che al nord la curva dei contagi è ancora molto alta ed al sud non si conoscono ancora gli effetti dell’allentamento del lockdown.

Lo Snals-Confsal chiede con forza alla Ministra di rivedere la sua posizione ed attende risposte chiare sulle garanzie di sicurezza di alunni e personale. Una mobilità eccessiva e concentrata di lavoratori potrebbe compromettere in maniera irrimediabile i passi avanti che sono stati fatti con le misure di contenimento finora adottate

Il Segretario Generale (Elvira Serafini)

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione