Esame di Stato, anche Cittadinanza e Costituzione all’orale delle superiori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono varie le novità per il prossimo esame orale che dovranno sostenere gli studenti delle secondarie di secondo livello.

Come già spiegato nel dettaglio nello speciale pubblicato da Orizzonte Scuola poche settimane fa, dall’orale sparisce la tesina che fa spazio ad altri argomenti come Cittadinanza e Costituzione, alternanza scuola-lavoro e analisi del testo.

Anche il Messaggero ha messo in evidenza questi cambiamenti, ripercorrendo una piccola storia dell’insegnamento della Costituzione, a partire dalla riforma Gelmini.

Sono in molti a invocare il ritorno all’insegnamento dell’educazione civica come materia a sé. La Lega ha presentato un disegno di legge e, esiste anche un’iniziativa presentata dall’Anci di raccolta firme per un progetto di legge ed è stata lanciata anche una proposta di legge di iniziativa popolare. Non è detto che proprio le novità introdotte dalla riforma Bussetti sull’esame di maturità non favorisca il raggiungimento di questa iniziativa.

Come già annunciato proprio dal ministro dell’Istruzione, la vera novità sarà nelle domande relative alla conoscenza e alla competenza del candidato nell’ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione, come espressamente previsto dal decreto di riforma.

Secondo Mario Rusconi, presidente dell’Associazione nazionale dei presidi di Roma e Lazio, “Lo studio di argomenti importanti come la Cittadina purtroppo è affidato alla volontà dei docenti e a quanto tempo riescono a dedicare a questi approfondimenti. Ed è evidente che non sia uguale per tutti, in tutte le scuole“.

Versione stampabile
anief
soloformazione