Esame di maturità, solo orale e a partire dal 17 giugno

di redazione

item-thumbnail

Sembra ormai deciso, a scuola non si rientrerà prima del 18 di maggio, data argine che avrebbe determinato la tipologia di esame che i maturandi avrebbero dovuto affrontare per completare il percorso scolastico prima di accedere all’Università o al mondo del lavoro.

Le due opzioni di svolgimento

Ricordiamo che nel Decreto scuola erano previste due alternative nel caso si rientrasse a scuola prima o dopo il 18 maggio. Nel primo caso, si sarebbe svolto un esame light, con seconda prova a carattere nazionale sostituita da una prova predisposta dalla singola commissione di esame. Nel secondo caso si prevede un esame ultra light, con l’eliminazione delle prove scritte e la loro sostituzione con un unico colloquio.

Al via seconda opzione

Lo stesso Ministro Azzolina ha chiaramente affermato difficile un rientro prima di settembre. Ancora “troppi morti”, ha detto, riferendosi all’emergenza sanitaria. Puntando sul potenziamento della didattica a distanza che, con molta probabilità, ripartirà da settembre.

Orali dal 17 giugno

E’ con molta probabilità la data di partenza degli esami in versione solo orale. Si tratta, infatti, della data in cui era previsto l’esame scritto di Italiano. Sarà una ordinanza ministeriale a determinare contenuti, modalità e punteggio e specifiche previsioni per i candidati esterni. Ordinanza attesa per i primi giorni di Maggio.

Maturità 2020: chi può diventare Presidente, composizione commissione, nomine. Le FAQ

Versione stampabile
soloformazione