Esame di Stato 2017: I primi dati sui risultati in Emilia-Romagna aumentano i diplomati con lode

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono stati diffusi dal MIUR i primi dati sui risultati della “maturità 2017”.

Il dato nazionale: sono in aumento dello 0,1%, rispetto allo scorso anno, le diplomate e i diplomati 100 e lode, nello specifico l’incremento percentuale si è avuto nei percorsi liceali, passando dall’1,9% giugno 2016 al 2% giugno 2017, restano invariate le percentuali dei Tecnici e dei Professionali. Le diplomate e i diplomati “con lode” in Emilia-Romagna sono in termini assoluti il 15% in più rispetto al dato del 2016 (328 nell’a.s. 2015/2016 a fronte dei 376 del 2016/2017) con un aumento percentuale dello 0,2% quindi leggermente superiore all’incremento nazionale. In regione la percentuale dei diplomati con voto 91-99 resta quasi invariata rispetto all’anno precedente (-0,3%).
Di seguito le tabelle riepilogative con gli esiti a.s. 2016/17 ed il raffronto col precedente anno scolastico.
Distribuzione percentuale dei diplomati per fascia di voto – A.S. 2016/17
Fascia di voto 60 61-70 71-80 81-90 91-99 100 100 e lode Totale Nazionale 8,4 29,1 28,6 18,9 8,5 5,3 1,2 100 Emilia-Romagna 6,8 28,8 29,3 20,5 8,6 4,9 1,3 100
Distribuzione percentuale dei diplomati per fascia di voto – A.S. 2015/16 Fascia di voto 60 61-70 71-80 81-90 91-99 100 100 e lode Totale Nazionale 8 29 29,2 19,1 8,5 5,1 1,1 100 Emilia-Romagna 6,6 27,9 30,3 20,6 8,9 4,6 1,1 100
Confronto distribuzione percentuale dei diplomati per fascia di voto.
A.S. 2016/17 e A.S. 2015/2016
Fascia di voto 60 61-70 71-80 81-90 91-99 100 100 e lode Totale Nazionale 0,4 0,1 -0,6 -0,2 0 0,2 0,1 0 Emilia-Romagna 0,2 0,9 -1 -0,1 -0,3 0,3 0,2 0,2
Aumentano sia a livello nazionale sia emiliano-romagnolo le diplomate e i diplomati che si collocano nella fascia di voto 60, + 0,4% nazionale (8,0% vs 8,4%) + 0,2% ER (6,6% vs 6,8%). Al pari aumentano i diplomati con fascia di voto 61-70, +0,1% nazionale (29,1% vs 29,0%) + 0,9% ER (27,9% vs 28,8%).
Scrutini di fine anno nella Scuola secondaria di II grado: aumentano gli ammessi alla classe successiva rispetto all’anno precedente. Dando uno sguardo agli scrutini finali, nella scuola secondaria di II grado, contrariamente al quadro nazionale (70%) l’Emilia-Romagna registra una percentuale di ammessi inferiore (68,6%) ma più alta rispetto alla percentuale di ammessi dello scorso anno (68,3%). La percentuale di “non ammessi” si abbassa dello 0,6% nel confronto con lo stesso dato del giugno 2016 (7,1% 2017 vs 7,7% 2016). Nel giugno 2017, il 24,3% delle studentesse e degli studenti emiliano-romagnoli ha ricevuto la sospensione del giudizio, facendo registrare una percentuale più alta rispetto a quella nazionale (22,7%).
Scrutini di fine anno nella Scuola secondaria di I grado: In linea con l’andamento nazionale, anche per le alunne e gli alunni delle scuole secondarie di I grado dell’Emilia-Romagna la percentuale di ammissione all’Esame è aumentata dello 0,2% (98,5% nel giugno 2017 a fronte del 98,3% nel giugno 2016). La percentuale dei “licenziati” emiliano-romagnoli è rimasta uguale allo scorso anno (99,9%) che però è dello 0,1% superiore alla percentuale nazionale. Anche per quanto riguarda la percentuale degli ammessi alla classe successiva, le alunne e gli alunni delle scuole secondarie di I grado dell’Emilia-Romagna superano dello 0,5% la percentuale nazionale, con il 98,2% rispetto al 97,7% nazionale, che però è comunque aumentata dello 0,7% rispetto alla percentuale di ammessi dello scorso anno 97% .
“La Scuola dell’Emilia-Romagna si conferma essere un’istituzione ‘rigorosa’ che sa, tuttavia, riconoscere le eccellenze – ha commentato il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, Stefano Versari.
Ulteriori informazioni http://www.miur.gov.it/web/guest/-/maturita-2017-on-line-i-primi-dati-sui-risultati  

 

Versione stampabile
anief
soloformazione