Errore per la classe di concorso B19: laboratorio dei servizi di ricettività alberghiera. Lettera

di redazione
ipsef

La nuova denominazione é alquanto riduttiva. È opportuno lasciare il nome dell’attuale classe di concorso C520 e cioè tecnica dei servizi e pratica operativa o, meglio ancora tecnica dei servizi turistici e pratica operativa.

Tale disciplina sino a prima del “riordino Gelmini”, veniva impartita anche nelle classi terminali degli ipc commerciali ad indirizzo turistico ed era una disciplina fortemente caratterizzante tale percorso di studi. Purtroppo la riforma Gelmini ha cassato questo tipo di scuole creando un indirizzo molto farraginoso: ambito servizi commerciali che, inizialmente comprendeva l’indirizzo grafico pubblicitario, il turistico e l’aziendale.

In seguito, per rimediare, é stata concessa l’opzione all’indirizzo grafico mentre, l’indirizzo turistico sta pressoché sparendo perché ha perso discipline fondamentali quali la geografia turistica, la storia dell’arte e la pratica operativa.

Ho approntato un progetto di richiesta Opzione anche per l’ambito turistico degli IPC ma tale proposta non ha avuto alcun riscontro, poi è arrivata la “buona scuola” che ha aggiunto caos al caos lasciando invariati i quadri orario… così l’utenza degli Istituti professionali, nonostante i ripetuti solleciti alle Istituzioni, si ritrova ad affrontare per poche ore la settimana, un numero spropositato di materie e per blocchi di poche ore: geografia un’ora (grazie Carrozza), fisica due ore, chimica due ore, scienze due ore, e via dicendo. Speriamo nel nuovo Ministro?…

Alessandro Mariotti

Versione stampabile
anief
soloformazione